Top ten librerie più belle

Le 10 librerie più belle al mondo

Dalla Polare di Maastricht nei Paesi Bassi alla Honesty di Hay-on-Wye nel Galles, ecco la top ten delle librerie più belle al mondo secondo la BBC

MILANO – Sono state stilate classifiche dei posti più belli al mondo per i turisti, dei ristoranti più buoni, delle spiagge meno affollate… perché non anche delle librerie più belle? Ci ha pensato la BBC, che ha realizzato la top ten delle librerie perfette per chi sogna di partire per un viaggio intorno al mondo e non rimanere mai a corto di libri. Tra queste, ben due sono italiane

1.    Polare, Maastricht. Il futuro di questa iconica libreria situata in una chiesa domenicana del XIII secolo è purtroppo incerto, dato che la casa editrice che l’ha fondata ha dichiarato bancarotta nel mese di febbraio. Da allora, sono i dipendenti a prendersene cura tramite dei tentativi di crowdfunding. Incrociamo le dita.

2.    El Ateneo, Buenos Aires. La libreria più bella dell’Argentina è in realtà un ex-teatro, il che permette ai visitatori di sedersi in un palco d’epoca per gustare le prime pagine del loro nuovo libro preferito.

3.    Libreria Acqua Alta, Venezia. La promessa insita nel nome di questa libreria viene mantenuta nell’aspetto: i libri convivono in simbiosi con l’acqua e spesso lo staff deve fare turni extra per spostarli dagli scaffali bassi a quelli alti e viceversa. Avevamo già avuto modo di “visitarla” con voi in occasione di una nostra intervista a Luigi Frizzo, il titolare.

4.    Libreria Avant-Gard, Nanjing.  Si è guadagnata il titolo di libreria più bella di tutta la Cina, e certamente non per caso: la libreria Avant-Gard si distende per 400 chilometri al di sotto dello stadio Wutishan, in un rifugio antiatomico abbellito da un quadro di Rodin.

5.    El Pendulo, Città del Messico. Un ottimo modo per distrarsi dalla confusione presente in Messico è rifugiarsi in questa libreria pervasa da musica jazz e abbellita da una vegetazione verde e rinfrescante. Nel 2013 la struttura ha celebrato i vent’anni di attività stampando un migliaio di copie di un’edizione speciale, poi regalate ai visitatori.

6.    Libreria Lello, Porto. Aperta nel XIX secolo, questa libreria, con i suoi intarsi nel legno, la spettacolare scalinata curva e le colonne che frazionano lo spazio, è uno dei simboli odierni dell’Art Nouveau. Il suo aspetto ricorda una chiesa soprattutto grazie alle vetrate decorate recanti il ritratto del fondatore.

7.    Bart’s Books, California. Si autodefinisce la libreria all’aperto più grande del mondo. Fondata nel 1964 da Richard Bartinsale, che ha avuto la brillante idea di mettere su uno scaffale in mezzo alla strada i libri di cui non aveva più bisogno. Cinquant’anni dopo se ne sono aggiunti moltissimi altri, che potrete osservare sorseggiando un caffè fumante preso al bar della libreria. O mentre vi riposate all’ombra dei meli che proteggono questo luogo magico.

8.    Shakespeare & Company, Parigi. Meta abituale di scrittori come Ezra Pound, Hernest Hemingway e James Joyce, ben presto questo negozio ha assunto un’aura leggendaria. Aperto nel 1951 dall’americano George Withman – e gestito dalla figlia sino alla sua morte, avvenuta tre anni fa – è stata il punto di riferimento per tanti nomi noti della beat generation. Sin dal principio, scrittori e artisti sono stati infatti i benvenuti nel negozio, e questo li ha fatti sentire da sempre come a casa.

9.    Corso Como, Milano. Un’insospettabile e anonima facciata nasconde una delle più belle librerie al mondo. Costruita nel 1991 da Carla Sozzani, della quale conserva il senso dello stile e del design, una libreria che è anche hotel, giardino pensile e bar, dove è possibile trovare le più rare edizioni relative al fashion e al design in generale.

10.    Libreria Honesty, Hay-on-Wye. La piccola cittadina di Hay-on-Wye attira da decenni visitatori da tutto il mondo grazie alle sue iniziative per la promozione dei libri e questa è proprio la libreria adatta a un simile luogo: ai piedi del castello della città, una striscia infinita di mensole che si rincorrono l’una con l’altra e ospitano migliaia di titoli.

© Riproduzione Riservata