Editoriale

La Bookletter di oggi inizia parlando del Pendolibro, il primo open e-book sulle emozioni, i sogni, gli incontri, le problematiche degli italiani che tutti i giorni si muovono per lavoro o per studio. L’originale iniziativa da noi lanciata si propone di raccogliere, selezionare, produrre ed editare le storie dei pendolari in un libro. L’e-book sarà poi distribuito in maniera assolutamente gratuita su Internet. In Scriviamo, l’intervista a Giuseppe Di Piazza, l’illustre giornalista del Corriere della Sera da poco in libreria con “Un uomo molto cattivo”, un noir sentimentale che vede protagonista un manager dalla doppia vita, in bilico tra passato e presente.

In Pubblichiamo, il direttore AIE Alfieri Lorenzon commenta l’importanza della London Book Fair, il grande appuntamento per lo scambio dei diritti tenutosi la scorsa settimana, per il mondo dell’editoria italiana, soprattutto per quanto concerne il nuovo versante del digitale. In Critichiamo, abbiamo raccolto il parere di alcuni tra i principali giornalisti di cultura in merito all’assegnazione del prossimo Premio Strega. Favorito  secondo i critici è Walter Siti con “Resistere non serve a niente” (Rizzoli).

In Fotografiamo, spazio alla retrospettiva dedicata a Elliott Erwitt, il celebre fotografo francese in mostra alla Corte Medioevale di Palazzo Madama a Torino dal 17 aprile al 1 settembre. In Recensiamo, abbiamo il piacere di ospitare Pasquale Barbella, il quale presenta Limonov di Emmanuel Carrère. Infine, per la sezione “L’oroscopo dei libri”, l’astrologo Raphaël ci guida sulle letture che questa settimana gli astri consigliano in base al proprio segno zodiacale.

© Riproduzione Riservata
Commenti