Sei qui: Home » Poesie » “I versi sono polvere chiusa”, la poesia d’amore di Alda Merini
La poesia

“I versi sono polvere chiusa”, la poesia d’amore di Alda Merini

“I versi sono polvere chiusa” di Alda Merini è una poesia illuminante e coinvolgente, una dedica all’amore e alla scrittura.

Il 21 marzo, oltre a celebrare l’anniversario della nascita della Poetessa dei Navigli, ricordiamo anche la giornata mondiale della poesia. Alda Merini ha dedicato tanti versi al mestiere del poeta, al fertile e a volte doloroso innamoramento delle parole. Con “I versi sono polvere chiusa” vogliamo oggi ricordare la fondamentale figura artistica di Alda Merini e la sua scrittura come liberazione e vita.

“I versi sono polvere chiusa”

I versi sono polvere chiusa
di un mio tormento d’amore,
ma fuori l’aria è corretta,
mutevole e dolce ed il sole
ti parla di care promesse,
così quando scrivo
chino il capo nella polvere
e anelo il vento, il sole,
e la mia pelle di donna
contro la pelle di un uomo.

Tratta dalla raccolta “La Terra Santa” questa poesia racconta l’amore. Un amore cantato in versi, detto per iscritto e la necessità di chiudere il tormento nella poesia, di scrivere per tentare si soddisfarne il bisogno. Una sensazione anelante, che è soltanto sua, perché “fuori l’aria è corretta” e il sole è dolce. Alda Merini racconta di un amore carnale e spirituale, che coinvolga tutto, dentro e fuori. Il bisogno, l’anelare esattamente di quella connessione tra l’uomo e la donna che descrive la poesia, però, lo riesce a trovare nella scrittura. Un coinvolgimento tale da far mancare l’aria.

 

La Poetessa dei Navigli

Alda Merini, poetessa troppo a lungo incompresa. Gettata nella morsa dei manicomi perché considerata pazza in un’epoca che ancora non voleva vedere la profondità delle donne. L’unica sua colpa era la sensibilità, la troppa empatia, forse. Una capacità più profonda di sentire il dolore che l’ha resa matta agli occhi degli altri. Ma pazzo era solo il suo bisogno di scrivere, la sua arte poetica di cui oggi non potremmo fare a meno. È nata il 21 marzo 1931 Alda Merini, il primo giorno di primavera, e se ne è andata il 1° novembre del 2009, un fiore calpestato troppe volte che chiedeva solo un po’ d’amore.

Alice Turiani

© Riproduzione Riservata