Sei qui: Home » Poesie » Aprile, la poesia di Anna Frank da leggere per non dimenticare la Shoah
poesie per non dimenticare

Aprile, la poesia di Anna Frank da leggere per non dimenticare la Shoah

Nel giorno della memoria si ricorda una delle fasi più drammatiche e crudeli della nostra storia: la Shoah. Rileggiamo una poesia di Anna Frank.

“Aprile” è una di quelle poesia obbligatorie da rileggere durante questa giornata della memoria. Anna Frank è stata una delle testimoni “chiave” del periodo della Shoah, grazie al suo diario, alle sue lettere, arrivate fino a noi. Attraverso le sue parole, anche in questa poesia, possiamo capire quello che era l’animo e lo spirito di una bambina che viveva in quell’orrore. Parole che perciò sono obbligatorie da rileggere per non dimenticare.

Giornata della Memoria, ecco le poesie più celebri per non dimenticare la Shoah

Giornata della Memoria, ecco le poesie più celebri per non dimenticare la Shoah

Per ricordare l’orrore della Shoah e soprattutto l’importanza di non ripetere certi orrori e stragi, vi presentiamo una raccolta di poesie su questo argomento

La poesia di Anna Frank

Di poesie sulla shoah ce ne sono moltissime: tra queste abbiamo scelto di rileggere Aprile di Anna Frank. Perché Anna in questa poesia datata 1943, ci parla di quel senso di sicurezza, calore, amore che spesso noi diamo per scontato e che, lei, in quel momento non poteva avere. Il ritratto che ne esce fuori è il ritratto di una bambina piena di speranze, che vorrebbe vedere nel mondo qualcosa di bello.

Giornata della Memoria, le frasi e gli aforismi per riflettere sulla Shoah

Giornata della Memoria, le frasi e gli aforismi per riflettere sulla Shoah

La Giornata della Memoria è la ricorrenza nazionale per ricordare l’orrore della Shoah. Ecco frasi e degli aforismi che invitano a riflettere

È così, nell’orrore, è riuscita a scriverci e tramandarci questo messaggio: quando siamo soli, tristi, infelici, possiamo sempre guardare fuori dalla finestra e sentirci completi. Possiamo sempre avere una possibilità di una nuova felicità. Perché il nostro cielo è sicuro, è “senza timori”. L’attaccamento alla vita è l’unico sentimento che, oggi, dovrebbe spingerci a saper guardare verso orizzonti migliori. Manteniamo speranza e coltiviamo ancora di più l’amore per i nostri giorni. Anna Frank l’ha fatto fino all’ultimo momento, perciò possiamo farlo anche noi.

Le frasi più belle del Diario di Anna Frank

Le frasi più belle del Diario di Anna Frank

‘Non penso a tutta la miseria, ma alla bellezza che rimane ancora.’ Nel suo Diario, Anna Frank testimonia il dramma della Shoah

Aprile

Prova anche tu,

una volta che ti senti solo

o infelice o triste,

a guardare fuori dalla soffitta

quando il tempo è così bello.

Non le case o i tetti, ma il cielo.

Finché potrai guardare

il cielo senza timori,

sarai sicuro

di essere puro dentro

e tornerai

ad essere Felice.

 

© Riproduzione Riservata