Sei qui: Home » Poesie » “Abbiamo passato la notte”, la poesia di Paul Éluard sull’amore e la speranza
La poesia

“Abbiamo passato la notte”, la poesia di Paul Éluard sull’amore e la speranza

“Abbiamo passato la notte” è una romantica poesia di Paul Éluard scritta nel 1936 ed è un incoraggiamento a non perdere la speranza

“Abbiamo passato la notte” è un componimento di Paul Éluard, poeta rancese di cui oggi ricorre l’anniversario. Nato a Saint-Denis il 14 dicembre 1895 e morto a Charenton-le-Pont il 18 novembre del 1952, Éluard fu uno dei più grandi esponenti del movimento surrealista. In questa poesia piena d’amore, Paul Éluard ci invita a non smettere di sperare.

“Abbiamo passato la notte”

Abbiamo passato la notte ti tengo la mano io veglio
Ti sostengo con tutte le mie forze
Incido su una pietra la stella delle tue forze
Solchi profondi dove scaturirà la bontà del tuo corpo
Ascolto in me la tua intima voce la tua voce per gli altri
E rido ancora di quell’orgogliosa che tratti
Come una mendicante
Dei folli che rispetti degli ingenui in cui credi
E nella mia testa che a notte
Dolcemente s’accorda con la tua
Mi meraviglio della sconosciuta che diventi
Una sconosciuta che ti assomiglia e assomiglia
A tutto ciò che amo
Che sempre si rinnova.

Il sostegno e la speranza per chi amiamo

“Abbiamo passato la notte” è una dolcissima poesia scritta da Paul Éluard per una donna. Qui viene rappresentata l’umiltà e la grandezza di un uomo che si prende cura della donna che ama. Una mano che stringe l’altra perché forse di più non può fare, una notte trascorsa insieme con il perenne sostegno. Il poeta guarda questa donna con gli occhi pieni di ammirazione, una donna che nonostante tutto risplende di forza e tenacia. Una sofferenza che se vissuta da sola, probabilmente sarebbe stata fatale, ma Paul Éluard inneggia alla speranza. Sostenendo chi amiamo nei periodi più neri le cose diventano meno pesanti da sopportare, e si riesce a vedere qualche spiraglio di luce. Non è facile, ma è naturale.

Nella notte di Natale, la poesia di Umberto Saba sulla speranza

Nella notte di Natale, la poesia di Umberto Saba sulla speranza

In questa poesia di Umberto Saba emerge quel sentimento di serenità e di speranza che tutti sentiamo la notte di Natale. Rileggiamone i dolci versi

 

Paul Éluard

Paul Éluard, pseudonimo di Eugène Émile Paul Grinde nacque il 14 dicembre 1895 e morto a Charenton-le-Pont il 18 novembre del 1952 e fu uno dei principali esponenti della corrente surrealista. Prosegue gli studi a Parigi fino al 1912, quando a causa di un attacco di emottisi deve entrare nel sanatorio di Clavades in Svizzera dove rimarrà per quattordici mesi. Nel 1917 sposa Gala. Si ammala nuovamente nel maggio dello stesso anno. Nel 1923, colto da una crisi interiore, abbandona improvvisamente Parigi partendo per mare. Dal 1930 al 1938 Éluard è impegnato contro la repressione della società. Nel 1949, in occasione della sua permanenza in Messico per il “Convegno internazionale per la pace” incontra Dominique Lemor che sposa nel 1951.

Alice Turiani

© Riproduzione Riservata