Olimpiadi di italiano, vince la 15enne Sara Persello

Sara frequenta il Liceo "Marinelli" di Udine. Ha battuto la concorrenza e si è aggiudicata il titolo di "campionessa" di italiano
Olimpiadi di italiano, vince la 15enne Sara Persello
Sara frequenta il Liceo "Marinelli" di Udine. Ha battuto la concorrenza e si è aggiudicata il titolo di "campionessa" di italiano

MILANO – Sara Persello, 15 anni di Majano, al primo anno del liceo scientifico Marinelli, ha vinto per la categoria “junior liceo” a Roma, le Olimpiadi di italiano. Un risultato prestigiosissimo, ma di cui lei è assolutamente sorpresa. Scopriamo insieme la sua storia.

.

CAMPIONESSA DI ITALIANO –  La gara si è svolta a Firenze il 18 marzo, nella sede di Palazzo Vecchio, nell’ambito della più ampia iniziativa delle “Giornate della lingua” che il Ministero dell’Istruzione organizza per celebrare gli anniversari della lingua e della letteratura italiana e per approfondire temi di particolare attualità. Degli oltre 43000 partecipanti tra i 12 e i 18 anni sono rimasti in 84 finalisti: tutti uniti dalla passione per il nostro idioma. A trionfare è stata la 15enne Sara Persello, accompagnata dalla sua insegnante Paola Debernardi, “un grazie a lei ma soprattutto alle insegnanti di italiano che l’hanno preceduta, la maestra Simonetta Croatto e la professoressa Fiorella Floramo che oggi mi ha fatto recapitare un meraviglioso mazzo di fiori”- ha dichiarato la ragazza.

 

.

LE OLIMPIADI – La manifestazione è arrivata alla sesta edizione, ed è considerata ormai una tradizione. È organizzata dal Ministero dell’Istruzione. Lo scopo è quello di rafforzare nelle scuole lo studio della lingua italiana e sollecitare gli studenti a migliorare la padronanza della propria lingua. Lo scorso anno gli studenti che hanno partecipato a tutte le selezioni sono stati quasi 25mila, circa 10mila in più rispetto all’anno precedente. Le Olimpiadi sono gare individuali di lingua italiana, rivolte a tutti gli alunni degli istituti secondari di secondo grado (statali e paritari).

.

 

© Riproduzione Riservata