#MuseumWeek 2016, l’appuntamento con l’arte

All’ultima edizione avevano partecipato circa 2800 musei da tutto il mondo con circa 600mila tweet
#MuseumWeek 2016, l’appuntamento con l’arte
All’ultima edizione avevano partecipato circa 2800 musei da tutto il mondo con circa 600mila tweet

MILANO – Più attenzione ai musei, all’arte ma anche alla libertà. La terza edizione dell’evento si volge su Twitter, dal 28 marzo al 3 aprile. All’ultima edizione del #MuseumWeek avevano partecipato circa 2800 musei e gallerie da tutto il mondo con un totale di circa 600mila tweet.

OLTRE 300 MUSEI – Sono oltre 3000 nel mondo, di cui più 290 in Italia, i musei, le gallerie d’arte e gli enti culturali che hanno aderito pubblicando le loro foto sul web e sui social. Non solo per celebrare aree meno conosciute e segrete ma per una rivalutazione del complesso artistico patrimonio dell’umanità. Una necessità oltre che un piacere sempre collegato all’attualità. Si parla quindi anche di libertà e tolleranza a cui l’arte, con tutte le sue espressioni, è profondamente legata. Libertà d’espressione è la parola d’ordine per ricordare a tutti, e soprattutto in questo momento, l’importanza dell’arte e del rispetto.

GLI #HASHTAG – Se volete partecipare o scoprire di cosa si tratta cliccate sui social, soprattutto Twitter, attraverso i sette diversi hashtag, scelti dagli utenti, uno per ciascun giorno della #MuseumWeek: #secretMW, #peopleMW, #architectureMW, #heritageMW, #futureMW, #zoomMW, #loveMW.

© Riproduzione Riservata