Esce 1994, la terza stagione della serie su Tangentopoli

1994 è la terza stagione della serie con Stefano Accorsi che racconta delle vicende tra il 1992 e il 1994, gli anni di Tangentopoli
Esce 1994, la terza stagione della serie su TangentopoliEsce 1994, la terza stagione della serie su Tangentopoli

MILANO – Sono state rilasciate oggi le primissime immagini di 1994, capitolo finale della serie originale Sky prodotta da Wildside che racconta gli anni che hanno cambiato il Paese a cavallo fra Prima e Seconda Repubblica attraverso gli occhi e le storie di persone comuni, la cui vita si intreccia con quelle dei protagonisti del terremoto politico, civile e di costume che segnò la prima metà degli Anni ‘90. La serie, prossimamente in esclusiva su Sky, è diretta da Giuseppe Gagliardi e da Claudio Noce e nelle prime scene ritroviamo il cast di protagonisti Stefano Accorsi, Guido Caprino, Miriam Leone, insieme a Antonio Gerardi, Giovanni Ludeno e Paolo Pierobon. 1994 è creata, insieme alle precedenti stagioni 1992 e 1993 da Alessandro Fabbri, Ludovica Rampoldi e Stefano Sardo. L’idea del progetto è di Stefano Accorsi, che partecipa allo sviluppo creativo.

LEGGI ANCHE: Chernobyl, una serie sulla più grande catastrofe nucleare della storia

Per rinfrescarvi la memoria

Gli eventi raccontati nella serie si riferiscono a personaggi immaginari, che però si intrecciano a quelli dei personaggi politici e famosi del tempo, come Silvio Berlusconi, Antonio Di Pietro, Dell’Utri e altri. Gli anni che vanno dal 1992 al 1994 cambiano per sempre l’Italia. Infatti gli eventi segnanti e irreversibili sono lo scandalo Tangentopoli, il Processo ENIMONT, la caduta di Bettino Craxi, del PSI, gli attentati mafiosi di Firenze, Roma e Milano, i referendum abrogativi, la fine della Prima Repubblica e la discesa in campo di Silvio Berlusconi. Il 1994, anno in cui è appunto ambientata la terza e ultima stagione della serie, è l’anno della restaurazione.

Lo sa bene Leonardo Notte (Stefano Accorsi), un pubblicitario di Publitalia ’80, diventato fedelissimo di Berluscono, che ha capito quanto conquistare il potere sia difficile, ma mantenerlo sembri davvero una missione impossibile. Invece Pietro Bosco (Giudo Caprino), un ex militare, entrato nelle fila della Lega Nord, deve fare i conti con il suo passato. Veronica Castello (Miriam Leone), una showgirl che vuole sfondare nel mondo dello spettacolo, capisce che non vuole più essere solo la donna di uomini potenti e inizia così a giocare in prima persona la partita per il potere, diventando una parlamentare.
Ritroveremo anche il PM di Mani Pulite Antonio Di Pietro (Antonio Gerardi), che continua la sua battaglia, Silvio Berlusconi interpretato da Paolo Pierobon e Dario Scaglia (Giovanni Ludeno).

 

© Riproduzione Riservata