Egitto, scoperte due stanze segrete nella tomba di Tutankhamon

I risultati della scansione effettuata a novembre nel sepolcro del re bambino
Egitto, scoperte due stanze segrete nella tomba di Tutankhamon
I risultati della scansione effettuata a novembre nel sepolcro del re bambino

MILANO – Sono state trovate nuove prove a sostegno dell’ipotesi che esistano camere segrete dietro la tomba del faraone Tutankhamon.

L’IPOTESI – La tomba del celebre faraone a Luxor avrebbe due stanze segrete, quindi finora mai scoperte. Ad annunciarlo il ministro delle Antichità egiziane, che ha rivelato alla stampa i risultati preliminari di un’analisi sofisticata realizzata con i radar effettuata a novembre. Un dato che potrebbe suffragare la tesi di un archeologo ed egittologo britannico, Nicholas Reeves, secondo cui le camere nascoste sarebbe il sepolcro della leggendaria regina Nefertiti, la madre di Tut.

L’ALTRA TEORIA – Nonostante l’entusiasmo non c’è nulla di certo al momento sulla tomba del re-bambino. Insomma mancano delle prove concrete.  Il ministro egiziano, Mamdouh al Damati, appoggia un’altra tesi: le stanze ospiterebbero invece i resti di un’altra sposa del faraone Akenaton, il padre del giovane Tutankhamon, o magari di una delle sue figlie. Se invece il sepolcro contenesse le spoglie di Nefertiti allora sarebbe la scoperta del secolo.

 

 

© Riproduzione Riservata