E’ morta Debbie Reynolds, attrice e madre di Carrie Fisher, il giorno dopo la scomparsa della figlia

Debbie Reynolds è morta ieri, il 28 dicembre, a causa di un ictus, a un giorno dalla morte della figlia. Stava preparando il funerale per la figlia Carrie
Debbie Reynolds è morta il giorno dopo la scomparsa della figlia Carrie Fisher

MILANO – Debbie Reynolds è morta ieri, il 28 dicembre, a causa di un ictus, a un giorno dalla morte della figlia. Quando è stata colta dal malore stava preparando il funerale per la figlia Carrie. Carrie Fisher era scomparsa il 27 dicembre all’età di 60 anni. Secondo quanto riporta il Corriere della Sera, le ultime parole di Debbie Reynolds sono state: «Voglio solo stare con Carrie».

LE PAROLE DEL FIGLIO TODD FISHERAnsa.it rivela che la notizia della morte di Debbie Reynolds, che aveva 84 anni, e’ stata data dal figlio, Todd Fisher. “Ora è con Carrie e noi abbiamo il cuore distrutto” ha detto Todd Fisher al Cedars-Sinai Medical Center, dove era stata trasportata sua madre ieri in ambulanza.

UNA LUNGA CARRIERA – Scritturata giovanissima dalla MGM, Debbie Reynolds ha esordito giovanissima a soli 15 anni nel film “Vorrei sposare”. Il successo arriva però nel 1952 quando recita insieme a Gene Kelly nel musical “Cantando sotto la pioggia” di Stanley Donen. Tra gli anni Cinquanta e Sessanta ha preso parte a numerose commedie. Nel 1973 ha esordito a Broadway Theatre come attrice teatrale in un revival di “Irene” di Harry Tierney. Nello stesso periodo comincia a lavorare per la televisione. Ricordiamo la sua interpretazione di Bobbi Adler, la madre di Grace Adler nella celebre sit-com “Will & Grace”.

 

© Riproduzione Riservata