Australia, arrivano i romanzi che si possono leggere solo sugli smartphone

La casa editrice australiana Visual Editions ha lanciato un progetto editoriale per realizzare libri che non possono essere stampati. Scopriamo l'iniziativa
Australia, arrivano i romanzi che si possono leggere solo sugli smartphone
La casa editrice australiana Visual Editions ha lanciato un progetto editoriale per realizzare libri che non possono essere stampati. Scopriamo l'iniziativa

MILANO – La casa editrice australiana Visual Editions ha lanciato un nuovo progetto editoriale che punta  sui libri digitali. Non sappiamo quanto siano contenti i fan del libro cartaceo, ma l’iniziativa riguarda la realizzazione di libri che possono essere letti solo sugli smartphone e che non possono essere stampati. Scopriamo insieme il progetto della casa editrice.

.

LEGGI ANCHE: AUSTRALIA, ELIZABETH’S BOOKSHOPS, LE LIBRERIE CHE VENDONO LIBRI AL BUIO 

.

L’INIZIATIVA – Visual Editions promette un’esperienza di lettura unica a tutti i suoi lettori. In collaborazione con il Google Creative Lab di Sidney, la casa editrice ha coinvolto direttamente i grafici di Google per questo progetto. I libri saranno in vendita solo su Google Play e, come detto, sono studiati per essere letti solo su smartphone e se verranno aperti dal computer, verrà visualizzata una finestra di errore.

.

UNA NUOVA ESPERIENZA DI LETTURA – La possibilità esclusiva di leggere i romanzi solo sul telefono non è l’unica caratteristica editoriale del progetto della casa editrice australiana che promette un’esperienza di lettura del tutto nuova. I lettori, infatti, si possono muovere nel testo tra link ipertestuali, immagini e video. L’implementazione più interessante, però, riguarda la stretta collaborazione con Google Maps, infatti chi legge può letteralmente vedere i luoghi della narrazione.

.

I PRIMI ROMANZI – I primi due libri che saranno lanciati dalla casa editrice sono “The Truth About Cats and Dogs” e “Entrances&Exits”  di Reif Larsen. Gli ideatori del progetto hanno dichiarato di aver voluto, con questa idea, dare un’alternativa a tutti coloro che passano tanto tempo allo smartphone. Il punto più dibattuto è stato quanto spazio dovesse avere l’interazione nei nuovi libri digitali per evitare che questa non trasformasse l’esperienza di lettura in qualcosa di completamente diverso. Gli amanti dei libri cartacei forse non saranno troppo entusiasti, ma la nuova generazione di lettori non vedrà l’ora di provare questa nuova avventura.

.

© Riproduzione Riservata