Asta di solidarietà contro la povertà e la non cultura

La Casa della Carità di Lecce ha lanciato un’asta di solidarietà per combattere la povertà e la mancanza di cultura nel nostro Paese
asta_solidarietà

MILANO – La Fondazione Casa della Carità di Lecce ha lanciato l’iniziativa di un’asta di solidarietà che si terrà il 3 febbraio, con il supporto di critici e storici dell’arte che hanno chiamato a raccolta collezionisti e artisti perché, con le proprie opere, contribuiscano al sostegno dell’iniziativa, rafforzando, al tempo stesso, il rapporto tra cultura e solidarietà.

Un’iniziativa per risolvere due problemi

Il problema della povertà è un dilemma non indifferente di questi tempi ed è purtroppo un fenomeno in costante aumento. Un altro tra i tanti problemi è quello della mancanza di cultura, un fenomeno che seppur certe volte passa inosservato o in secondo piano, è da non sottovalutare. Per far fronte a queste due difficoltà che affliggono e logorano la società contemporanea La Fondazione Casa della Carità di Lecce ha lanciato l’iniziativa di un’asta di solidarietà che si terrà il 3 febbraio presso la sede dell’omonima fondazione, con il supporto di critici e storici dell’arte che hanno chiamato a raccolta collezionisti e artisti perché, con le proprie opere, contribuiscano al sostegno dell’iniziativa, rafforzando, al tempo stesso, il rapporto tra cultura e solidarietà. È proprio questo il filo che collega la realtà della Casa della Carità con quella del mondo artistico ed è in questo senso che nascono l’idea e il progetto di questa asta benefica. Questa iniziativa è quindi l’esempio di come con un passo alla volta si possa iniziare a cambiare le cose, fronteggiando e limando quelli che sono i problemi del nostro magnifico Paese.

I protagonisti e lo staff

Alcuni tra i protagonisti del mondo della cultura, del giornalismo e della politica pugliese, saranno i battitori delle singole opere. Tanti sono gli artisti che hanno aderito a questa iniziativa e tra di essi figurano nomi quali Fernando De Filippi, Cosimo Damiano Tondo, Giuseppe Zilli, Antonio Massari, Pietro Guida, Alessia Rollo, Luca Coclite e molti altri. Per questo evento vi è una grande attesa da parte degli organizzatori che si dicono fiduciosi e commentano così: “contiamo molto sul prezioso supporto dei tanti artisti e appassionati d’arte che da sempre sono vicini al mondo della solidarietà e che possono aiutarci a generare e sostenere nuove progettualità e prospettive sociali nel nome della cultura”.

© Riproduzione Riservata