Annunciata la quarta edizione del BiblioPride, per sottolineare l’importanza delle biblioteche ed il ruolo dei bibliotecari

Una giornata dedicata all'orgoglio biblitoecario con un testimonial d'eccezione: Daniel Pennac. E' stata annunciata la quarta edizione del BiblioPride - Giornata Nazionale delle Biblioteche, organizzata dall’AIB – Associazione Italiana Biblioteche e in programma il 22 e 23 maggio a Milano...

Daniel Pennac testimonial della Giornata Nazionale delle Biblioteche. Volontari di tutte le età leggeranno brani di libri censurati

MILANO – Una giornata dedicata all’orgoglio biblitoecario con un testimonial d’eccezione: Daniel Pennac. E’ stata annunciata la quarta edizione del BiblioPride – Giornata Nazionale delle Biblioteche, organizzata dall’AIB – Associazione Italiana Biblioteche e in programma il 22 e 23 maggio a Milano e sino al 6 giugno in tutta Italia.

 
L’IMPORTANZA DELLE BIBLIOTECHE – L’annunciò è avvenuto a Milano nel corso della conferenza stampa di presentazione di #ioleggoperchè, la grande iniziativa nazionale di promozione del libro e della lettura rivolta ai non lettori curata dall’AIE – Associazione Italiana Editori. Enrica Manenti, presidente AIB: “L’azione di educazione alla lettura di  #ioleggoperchè  proseguirà, in un ideale passaggio di testimone,  con le iniziative della quarta edizione del BiblioPride per accendere l’attenzione sull’importanza delle biblioteche e sul ruolo fondamentale dei bibliotecari”.

IL TESTIMONIAL – Dopo Andrea Camilleri, Luciano Canfora e Corrado Augias, testimonial della Giornata Nazionale delle Biblioteche – BiblioPride 2015 sarà lo scrittore francese Daniel Pennac.

 

GLI EVENTI – Le due giornate principali si svolgeranno a Milano il 22 e 23 maggio: si inizia venerdì 22 a Palazzo Reale con il convegno internazionale Strong libraries, strong societies sulle biblioteche del Mediterraneo con la partecipazione tra gli altri anche di Sinikka Sipilä, presidente IFLA, quindi sabato 23 alla Rotonda della Besana a partire dalle ore 12.00 si svolgerà una vera e propria festa aperta ai cittadini con diverse iniziative, oltre a una maratona letteraria con scrittori, artisti, intellettuali e giornalisti che si avvicenderanno sul palco dando vita a una narrazione fatta di letture, ricordi personali, testimonianze e videomessaggi per ricordare l’importanza delle biblioteche, culla di tutte le letture possibili senza alcuna barriera culturale, sociale o religiosa. Durante la maratona di sabato 23 verranno letti da diversi volontari di tutte le età alcuni brani di libri censurati dall’invenzione della stampa ai giorni nostri.
 

21 aprile 2015
 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione Riservata