Il Mondiale degli scrittori

Mondiali della letteratura, scendono in campo Stati Uniti e Portogallo

Continuano le sfide letterarie del Mondiale della Letteratura lanciato da Libreriamo. Oggi scendono in campo dei mostri sacri della letteratura e scegliere tra loro sarà davvero difficile. Da una parte troviamo gli Stati Uniti di Charles Bukowski...

Proseguono le partite letterarie tra i nostri speciali ”book team” in occasione del Mondiale della Letteratura. Oggi, scendono in campo i grandi della letteratura classica. Gli Stati Uniti sfidano a colpo di penna la squadra del Portogallo

MILANO – Continuano le sfide letterarie del Mondiale della Letteratura lanciato da Libreriamo. Oggi scendono in campo dei mostri sacri della letteratura e scegliere tra loro sarà davvero difficile. Da una parte troviamo gli Stati Uniti di Charles Bukowski, Ernest Hemingway, Stephen King, Dan Brown. Dall’altra abbiamo il Portogallo di Fernando Pessoa, José Saramago‎, José Luís Peixoto, Gil Vicente.

STATI UNITI – Una vera corazzata quelal che gli Stati Uniti mettono in campo con Charles Bukowski, Ernest Hemingway, Stephen King, Dan Brown. Genio e sregolatezza di questa formazione è senza dubbio Charles Bukowski. Ha scritto sei romanzi, centinaia di racconti e migliaia di poesie, per un totale di oltre sessanta libri. Il contenuto di questi tratta della sua vita, caratterizzata da un rapporto morboso con l’alcol, da frequenti esperienze sessuali (descritte in maniera realistica e senza troppi eufemismi) e da rapporti tempestosi con le persone. La corrente letteraria a cui spesso viene associato è quella del realismo sporco.

PORTOGALLO – Anche il Portogallo schiera una formazione di tutto livello con Fernando Pessoa, José Saramago‎, José Luís Peixoto, Gil Vicente. La stella di questa squadra è sicuramente il poeta, scrittore e aforista portoghese Fernando Pessoa, no dei maggiori poeti di lingua portoghese. L’aspetto più originale della produzione artistica dello scrittore viene rinvenuto nella creazione degli eteronimi, tra cui i più famosi sono Álvaro de Campos, Ricardo Reis, Alberto Caeiro e Bernardo Soares, considerato però, quest’ultimo, un semi-eteronimo per via dell’assonanza tra Soares e Pessoa. Dapprima simbolista, abbraccia presto il futurismo per poi virare, in seguito a una serie di disillusioni, verso una visione nichilista, che trova espressione nel poema “Tabacaria”, in lingua portoghese.

COME VOTARE – Avete deciso per quale squadra votare? Basta andare nella sezione “I Sondaggi di Libreriamo” e scegliere quale squadra votare. Potete interaggire anche sul nostro canale Twitter e commentare l’evoluzione della partita con l’hashtag #mondialiscrittori. Non ci resta che augurare “vinca il migliore”, ma soprattutto che vinca la lettura!

22 giugno 2014

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione Riservata
Commenti