Sfida finale per il mondiale degli scrittori

Mondiali della letteratura, finalissima tra Italia e Inghilterra

Si sono già affrontate nella fase a gironi, oggi si sfidano per conoscere chi sarà la nazionale campione della letteratura. Per la vittoria del Mondiale della Letteratura...

MILANO – Si sono già affrontate nella fase a gironi, oggi si sfidano per conoscere chi sarà la nazionale campione della letteratura. Per la vittoria del  Mondiale della Letteratura, l’iniziativa lanciata da Libreriamo e che vede i lettori protagonisti attraverso il voto dei loro book team preferiti, si contendono il torneo l’Italia di Dante e Calvino contro l’Inghilterra di shakespeare e Wilde. Chi vincerà la prima edizione del Mondiale della letteratura? Sarete voi a deciderlo attraverso il nostro sondaggio. Intanto, vi presentiamo le squadre.

ITALIA – I ‘Fantastici 4’ della nazionale italiana, scelti dagli stessi lettori di Libreriamo, sono Luigi Pirandello, Alessandro Baricco, Dante Alighieri, Italo Calvino. Proprio Pirandello è stato l’autore più votato. Il drammaturgo, scrittore e pota italiano fu insignito del Premio Nobel per la Letteratura nel 1934. Il suo primo grande successo fu merito del romanzo Il fu Mattia Pascal, scritto nelle notti di veglia alla moglie paralizzata nelle gambe. Il libro fu pubblicato nel 1904 e subito tradotto in diverse lingue. La critica non dette subito al romanzo il successo che invece ebbe tra il pubblico. Diversi sono i temi che caratterizzano il pensiero pirandelliano: tra tutti la sua definizione di umorismo. Nel saggio ‘L’umorismo’ del 1908 Pirandello distingue il comico dall’umoristico. Il primo, definito come ‘avvertimento del contrario’ , nasce dal contrasto tra l’apparenza e la realtà. L’umorismo, il ‘sentimento del contrario’, invece nasce da una considerazione meno superficiale della situazione.

INGHILTERRA – E’ sicuramente una delle squadre accreditate al successo finale, con a disposizione autori come William Shakespeare, Jane Austen, Oscar Wilde, JK Rowling. E’ stato definito il più importante scrittore in lingua inglese e generalmente il più eminente drammaturgo della cultura occidentale. Parliamo del drammaturgo e poeta William Shakespeare. Temi ricorrenti nelel sue opere sono l’amore (passione disperata in Otello, passione sensuale in Romeo e Giulietta), la lotta per il potere, la morte, il carattere illusorio e la fugacità della vita, la precarietà dell’esistenza con i frequenti motivi dell’oscura presenza della morte e del dubbio che sembrano dominare il cammino terreno dell’uomo (si pensi al celeberrimo monologo di Amleto ‘Essere o non essere, questo è il problema’, scritto nella prima scena del terzo atto). Il tema della lotta per il potere è frequente (Amleto, Macbeth, Re Lear) anche per il fatto che l’autore vive in un’epoca in cui predomina la monarchia assoluta che, se da una parte può assicurare l’ordine e la prosperità, dall’altra crea grande brama di potere e di potenza, nonché rivalità, invidie, gelosie.

COME VOTARE – Avete deciso per quale squadra votare? Basta andare nella sezione “I Sondaggi di Libreriamo” e scegliere quale squadra votare. Potete interagire anche sul nostro canale Twitter e commentare l’evoluzione della partita con l’hashtag #mondialiscrittori. Non ci resta che augurare “vinca il migliore”, ma soprattutto che vinca la lettura!

13 luglio 2014

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione Riservata
Commenti