Prosegue il Mondiale degli scrittori

Mondiale della letteratura, l’Italia scende in campo contro il Giappone

Oggi, la nazionale italiana di calcio scenderà in campo contro l'Uruguay, ma c'è un'altra nazionale azzurra, quella degli scrittori, che oggi si confronterà contro il Giappone per il Mondiale della Letteratura...

MILANO – Oggi, la nazionale italiana di calcio scenderà in campo contro l’Uruguay, ma c’è un’altra nazionale azzurra, quella degli scrittori, che oggi si confronterà contro il Giappone per il Mondiale della Letteratura lanciato da Libreriamo. Conosciamo meglio le due squadre ch si sfideranno oggi.

ITALIA – I ‘Fantastici 4’ della nazionale italiana, scelti dagli stessi lettori di Libreriamo, sono Luigi Pirandello, Alessandro Baricco, Dante Alighieri, Italo Calvino. Capitano ideale di questa formazione senza dubbio può essere Dante Alighieri. Considerato il padre della lingua italiana, è l’autore della Comedìa, divenuta celebre come Divina Commedia e universalmente considerata la più grande opera scritta in italiano e uno dei più grandi capolavori della letteratura mondiale. Conosciuto come il Sommo Poeta, o, per antonomasia, il Poeta. Grazie a Dante la lingua volgare raggiunse altissimi livelli espressivi

GIAPPONE – Può essere sicuramente una delle squadre rivelazione del torneo, con a disposizione autori come Haruki Murakami, Kazuo Ishiguro, Yukio Mishima, Banana Yoshimoto.  Haruki Murakami è nato a Kyoto nel 1949 ed è cresciuto a Kobe. È autore di molti romanzi, racconti e saggi e ha tradotto in giapponese autori americani come Fitzgerald, Carver, Capote, Salinger. Con ‘La fine del mondo e il paese delle meraviglie’ l’autore giapponese ha vinto in Giappone il Premio Tanizaki. Fin dal suo primo romanzo, ‘Ascolta la canzone del vento’, del 1979, Murakami si è imposto sulla scena letteraria giapponese come uno scrittore di primo piano che non sembrava appartenere alla tradizione nipponica. I suoi scenari metropolitani e i riferimenti alla cultura popolare occidentale (da Michel Polnareff ai Beach Boys, dai film di Peckinpah a Jean Seberg), perfino la forma della scrittura, debitrice a Fitzgerald e a Capote, piú che a Kawabata o Tanizaki, proiettavano la letteratura giapponese in spazi nuovi e inattesi.

COME VOTARE – Avete deciso per quale squadra votare? Basta andare nella sezione “I Sondaggi di Libreriamo” e scegliere quale squadra votare. Potete interagire anche sul nostro canale Twitter e commentare l’evoluzione della partita con l’hashtag #mondialiscrittori. Non ci resta che augurare “vinca il migliore”, ma soprattutto che vinca la lettura!

24 giugno 2014

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione Riservata
Commenti