Da Carofiglio a Missiroli

Natale, i consigli di lettura degli scrittori italiani (Parte 1)

Abbiamo chiesto agli scrittori più amati del panorama letterario italiano di consigliarci alcune letture per le vacanze di Natale
Natale, i consigli di lettura degli scrittori italiani (Parte 1)

MILANO – Non è che ci siano consigli di lettura più autorevoli rispetto ad altri però, tendenzialmente, se ci è piaciuto un autore sarà molto facile amare anche i libri e le storie che hanno appassionato quell’autore. Consideriamo poi che gli scrittori per indole e mestiere leggono tantissimi libri di ogni tipologia e sapranno quindi darci consigli dotati di una certa consapevolezza. Ed è per queste ragioni che abbiamo chiesto agli scrittori più amati del panorama letterario italiano di consigliarci un libro da leggere durante le vacanze di Natale. Ecco quali libri consigliano.

 

1) Gianrico Carofiglio

Scrittore e magistrato, Gianrico Carofiglio ha scritto, tra gli altri, “Il passato è una terra straniera”, “Il silenzio dell’onda”, la serie di romanzi con protagonista Guido Guerrieri. L’ultimo suo lavoro è “L’estate fredda”.

carofiglio-1

I saggi di Montaigne

Un grandissimo classico, un libro per me inimitabile, è “I saggi” di Montaigne, come lettura per la tolleranza e la comprensione del mondo moderno. Un libro divertente e pieno di sorprese che si può leggere, essendo un insieme di frammenti, come si vuole, anche qualche pagina alla volta la sera.

 

 

2) Marco Missiroli

Tra i giovani scrittori più promettenti, Marco Missiroli ha scritto “Senza coda” (Premio Campiello Opera Prima), “Il buio addosso”, “Bianco”, “Il senso dell’elefante” e “Atti osceni in luogo privato”.

missiroli905-675x905“Un giorno di festa” (Neri Pozza) di Graham Swift

Non solo per il titolo – calzante per il Natale – soprattutto per un meccanismo perfetto che fa stare il lettore in un atmosfera di mistero e di libertà. Finché il destino non mette mano al racconto.

 

 

3) Erri De Luca

Scrittore molto prolifico, Erri De Luca si è dedicato al sociale e occupato anche delle tematiche dell’emigrazione.

341px-erri_de_luca-trento_film_festivalDon Chisciotte” di Miguel De Cervantes

“Chisciotte”, per rianimare nel lettore lo scatto rattrappito che fa uscire dai ranghi, non richiesto, spontaneo, necessario.

 

 

4) Francesca Barra

Francesca Barra è una giornalista, scrittrice, conduttrice televisiva e radiofonica italiana. Tra le sue pubblicazioni ricordiamo “Il mare nasconde le stelle” (Garzanti) e “Verrà il vento e ti parlerà di me” (Garzanti).

foto-francesca-barra

Incantesimo d’amore” di Angelo Mellone

Io consiglio di regalare e regalarsi libri di favole. Quelle classiche, da rileggere. E “Incastesimo d’amore” il racconto di un Natale surreale, una favola d’amore contemporanea, che attinge alla tradizione lucana e pugliese, scritto dal giornalista e scrittore Angelo Mellone. E che ci aiuterà a rispondere al grande interrogativo: la felicità esiste?

Un popolo che non racconta più fiabe è destinato a morire di freddo, dice un Detto siberiano . Nulla vi potrà scaldare meglio, come in questo Natale, dunque.

 

5) Giorgio Fontana

Con Marco Missiroli, Giorgio Fontana è uno dei giovani scrittori italiani più promettenti. Ha vinto il Premio Campiello nel 2014 con “Morte di un uomo felice”. L’ultimo suo romanzo è “Un solo paradiso” (Sellerio).

11042012180331_sm_2206

Una vita come tante” (Sellerio) di Hana Yanagihara

Nonostante la mole notevole – più di mille pagine – è un libro che avvince fin da subito, e sa raccontare l’amicizia, l’amore, l’elezione corporale e soprattutto il dolore e l’abbandono con una grazia straordinaria.

 

LEGGI ANCHE: Natale, i consigli di lettura degli scrittori italiani (Parte 2)

LEGGI ANCHE: Natale, ecco i consigli di lettura degli scrittori italiani (Parte 3)

© Riproduzione Riservata