Francis Scott Fitzgerald, le frasi più belle da “Il Grande Gatsby”

Al sessantottesimo anno dalla morte dello scrittore vi proponiamo le frasi più belle tratte da uno dei suoi libri più amati
Francis Scott Fitzgerald, le frasi più belle da

MILANO – Francis Scott Fitzgerald scrisse Il grande Gatsby all’età di 28 anni e il libro venne pubblicato per la prima volta a New York nel 1925.  Al sessantottesimo anno dalla morte dello scrittore, vi proponiamo le frasi più celebri tratte da questo bellissimo romanzo:

.

“Uno di quei rari sorrisi dotati di eterna rassicurazione, che s’incontrano quattro o cinque volte nella vita. Fronteggiava – o sembrava fronteggiare – l’intero mondo esteriore per un istante, e poi si concentrava su di te con un irresistibile pregiudizio a tuo favore.”

.
“Ero dentro e fuori, contemporaneamente incantato e respinto dall’inesauribile varietà della vita.”

 .
“Per un momento una frase cercò di formarsi sulle mie labbra, socchiuse come quelle di un muto, come se stessero lottando con più di un filo d’aria allarmata. Ma non emisero nessun suono, e quello che avevo quasi ricordato diventò inesprimibile per sempre.”

.

“Il suo cuore era in costante e turbolenta rivolta. Le più grottesche e fantastiche ambizioni lo braccavano la notte nel letto. Il suo cervello tesseva un universo di ineffabile lusso mentre l’orologio ticchettava sul lavabo e la luna bagnava di luce i suoi vestiti ammucchiati sul pavimento. Ogni notte accresceva quest’intreccio di fantasie finché la sonnolenza non si chiudeva con un abbraccio incurante su qualche vivida scena. Per qualche tempo questi sogni ad occhi aperti gli procurarono uno sfogo per la sua immaginazione; erano un soddisfacente indizio dell’irrealtà della realtà, una promessa che la saldezza del mondo era di sicuro fondata sulle ali di una fata.”

 .
“Era il tipo di voce che le orecchie seguono come se ogni parola fosse un arrangiamento di note che non verrà mai più suonato.”

 .
“Ci dovevano essere stati momenti, perfino in quel pomeriggio, in cui Daisy non era stata al’altezza dei suoi sogni – non per colpa sua, ma per la colossale vitalità della sua illusione. Era andato oltre lei, oltre tutto. ”

 .
“Non c’è fuoco né gelo tale da sfidare ciò che un uomo può accumulare nel proprio cuore.”

 .
“La sua vita era stata disordinata e confusa da allora, ma se riusciva una sola volta a ritornare a un certo punto di partenza e ricominciare lentamente tutto daccapo, sarebbe riuscito a capire qual era la cosa che cercava.”

“Quando ti viene voglia di criticare qualcuno, ricordati che non tutti a questo mondo hanno avuto i vantaggi che hai avuto tu.”

 .

“È inevitabilmente sconfortante guardare attraverso nuovi occhi cose alle quali abbiamo già applicato la nostra visuale.

.

© Riproduzione Riservata