Grandi poeti

Eugenio Montale, le frasi e gli aforismi celebri del poeta premio Nobel

Il 12 settembre 1981 ci lasciava il poeta italiano Eugenio Montale, premio Nobel 1975 per la Letteratura. Ecco le sue frasi più celebri
Eugenio Montale, le frasi e gli aforismi celebri del poeta premio Nobel

Poeta, scrittore, giornalista Eugenio Montale ha conquistato il mondo con suoi celebri versi e con quello stile inconfondibile con cui sapeva raccontare le sue esperienze di vita che spaziano dalla sognante bellezza dell’amore al crudo tema della guerra. Ecco allora che alcune frasi e aforismi di questo grande poeta che nel 1975 si aggiudicò il premio Nobel per la letteratura.

LEGGI ANCHE: Lev Tolstoj, i 10 aforismi più celebri dello scrittore russo

 

“Se l’aria mi raccontasse di te vorrei perdermi per sempre nel vento, lì ascolterei le tue parole e i tuoi sospiri, lì sarei vicino alla tua anima e al calore del tuo cuore.”

.

“Molti affetti sono abitudini o doveri che non troviamo il coraggio di interrompere.”

.

“Ho sceso, dandoti il braccio almeno un milione di scale e ora che non ci sei è il vuoto ad ogni gradino.”

.

“Piuttosto che fermarsi a mezza via, val meglio non cominciare.”

.

“L’uomo coltiva la propria infelicità per avere il gusto di combatterla a piccole dosi. Essere sempre infelici, ma non troppo, è condizione ‘sine qua non’ di piccole e intermittenti felicità.”

.

“L’uomo è come il vino: non tutti invecchiando migliorano, alcuni inacidiscono.”

.

“Abbiamo fatto del nostro meglio per peggiorare il mondo.”

.

“La scienza del cuore non è ancora nata, ciascuno la inventa come vuole.”

 

LEGGI ANCHE: Le frasi e gli aforismi d’autore più ricercati nel 2019

© Riproduzione Riservata