In occasione dell'anniversario di nascita del grande scrittore italiano

Dino Buzzati, i celebri aforismi dell’autore de “Il deserto dei tartari”

Dino Buzzati è stato uno scrittore, giornalista, drammaturgo, librettista e pittore italiano. Fin da quando era uno studente collaborò al Corriere della Sera come cronista, redattore e inviato speciale. Oggi, in occasione del suo anniversario di nascita...

Altro grande anniversario letterario di oggi è quello di Dino Buzzati che nasceva a San Pellegrino di Belluno nel 1906. E’ stato un collaboratore storico de Il corriere della sera. Tra i suoi libri più famosi ricordiamo “Il deserto dei tartari”

MILANO – Dino Buzzati è stato uno scrittore, giornalista, drammaturgo, librettista e pittore italiano. Fin da quando era uno studente collaborò al Corriere della Sera come cronista, redattore e inviato speciale. Oggi, in occasione del suo anniversario di nascita, abbiamo selezionato alcune delle sue frasi più celebri.

“Ogni dolore viene scritto su lastre di una sostanza misteriosa al paragone della quale il granito è burro. E non basta un’eternità a cancellarlo.”
(Dino Buzzati)

“Vorrei che tu venissi da me in una sera d’inverno e, stretti assieme dietro ai vetri, guardando la solitudine delle strade buie e gelate, ricordassimo gli inverni delle favole, dove si visse insieme senza saperlo.”
(Dino Buzzati)

“La consolazione, la felicità era tale che il modo di raggiungerla non aveva più alcuna importanza.”
(Dino Buzzati, dal libro Un amore)

“Era molto più delicato e tenero di quanto si credesse. Era fatto di quell’impalpabile sostanza che volgarmente si chiama favola o illusione: anche se vero. Galoppa, fuggi, galoppa, superstite fantasia. Avido di sterminarti, il mondo civile ti incalza alle calcagna, mai più ti darà pace.”
(Dino Buzzati, dal libro Le notti difficili)

“La donna, forse a motivo dell’educazione familiare, gli era parsa sempre una creatura straniera, con una donna non era mai riuscito ad avere la confidenza che aveva con gli amici. La donna era sempre per lui la creatura di un altro mondo, vagamente superiore e indecifrabile.”
(Dino Buzzati, dal libro Un amore)

“Un po’ più in là della tua solitudine, c’è la persona che ami.”
(Dino Buzzati)

“Forse tutto è così, crediamo che attorno a noi ci siano creature simili a noi e invece c’è il gelo, pietre che parlano una lingua straniera, stiamo per salutare l’amico, ma il braccio ricade inerte, il sorriso si spegne, perché ci accorgiamo di essere completamente soli.”
(Dino Buzzati, dal libro Il deserto dei tartari)

16 ottobre 2014

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione Riservata
Commenti