Diario di una Schiappa

“Diario di una Schiappa” di Jeff Kinney diventa un classico latino: arriva “Commentarii de Inepto Puero”

La versione in lingua latina delle avventure di Greg Heffley, presentata in anteprima da Il Castoro al Bologna Children Book’s Fair, uscirà in Italia il 6 maggio, e poi in tutto il mondo

 

 

MILANO – Quando un libro per ragazzi arriva a fare breccia nel cuore di milioni di lettori nel mondo, con un successo inarrestabile, quel libro diventa un classico . E merita la dovuta consacrazione letteraria, attraverso la sua traduzione in quella che è la l ingua nobile per eccellenza: Il latino. È questa l’idea da cui è nato tutto, di fronte ai numeri strabilianti di copie, edizioni e traduzioni nel mondo che da sempre accompagnano i libri di Jeff Kinney, fin dal suo esordio negli Stati Uniti con il primo mitico volume rosso di “Diario di una Schiappa”, pubblicato da ABRAMS nel 2007 (edito in Italia da Il Castoro). Protagonista di questa impresa titanica è Greg Heffley, che con i suoi diari di bordo ha abbattuto confini geografici e barriere linguistiche. Dietro di lui, intere schiere di ragazzini hanno dato vita a un fenomeno letterario e culturale, approdato oggi in 51 paesi, tradotto in 44 lingue, con 150 milioni di copie vendute. Milioni di ragazzi nel mondo ne conoscono a memoria le vicende, sentono Greg come uno di loro perché ha conquistato la loro fiducia e vi si riconoscono. E se all’improvviso Greg inizierà a parlare anche latino, forse quei milioni di ragazzini o una buona parte di essi riusciranno ad accostarsi a questa nobile lingua classica, con curiosità, interesse e divertimento. Oppure si chiederanno: ma perché il latino? Perché Greg Heffley si è montato la testa pensando di essere una sorta di Giulio Cesare del 3° millennio?

 

PERCHÉ IL LATINO? – Una formazione completa non può prescindere dalla cultura classica e dalla sua capacità di formare la mente, e nemmeno dal mondo contemporaneo e dagli strumenti della comunicazione. Come sostiene Remo Bodei, lo studioso del pensiero utopistico del Novecento, “i classici non si consumano mai, e il latino è la lingua che ci aiuta oggi a capire le nostre origini”. Si parla sempre più spesso oggi del ritorno del latino, della sua importanza nel diventare la lingua dei tempi moderni, di unire passato e presente con uno scarto di assoluta modernità. A confermarlo è anche il latinista Ivano Dionigi , Magnifico Rettore dell’Alma Mater Studiorum dell’Università di Bologna, che considera il latino la lingua perfetta, per esempio, per comunicare su Twitter, grazie al suo stile conciso, essenziale, lapidario. Lo sa bene Monsignor Daniel B. Gallagher , latinista e curatore del profilo Twitter in latino di Papa Francesco.

 

UN TRADUTTORE IMPORTANTE – È in questo autorevole studioso che Il Castoro e ABRAMS hanno trovato la sintesi perfetta di tutte queste premesse , l’interlocutore ideale cui affidare il nostro progetto: un latinista al contempo madrelingua inglese, in grado di rendere nella lingua nobile di Cicerone il linguaggio dei ragazzi di oggi, quello di uso comune e quotidiano, insieme a neologismi, esclamazioni, espressioni colloquiali e gergali del linguaggio contemporaneo. Un traduttore ideale per “Diario di una Schiappa”. Ed è così che è nato “Commentarii de Inepto Puero”. Afferma Gallagher: “Non ha nemmeno dieci anni e ‘Diario di una Schiappa’ è già un classico. E dunque perché non leggerlo in una lingua classica? O, come direbbero i Romani, Quidni? Il mio più forte desiderio è che questa traduzione latina possa piacere agli appassionati di latino in tutto il mondo. Non si leggerà come Cicerone, ma spero riesca a dimostrare che tutto può essere detto in latino, perfino le avventure sfortunate ma fondamentalmente felici di una piccola schiappa come Greg Heffley.”

 

INEPTO PUERO – “Commentarii de Inepto Puero” uscirà in un’unica edizione in tutto il mondo a partire dalla copertina, disegnata per l’occasione da Jeff Kinney. ‘Non potremmo essere più soddisfatti della collaborazione con Il Castoro per l’edizione latina di ‘Diario di una Schiappa’”, ha dichiarato Michael Jacobs, Presidente e AD di ABRAMS . ‘È stato un vero piacere averli come partner in quest’impresa e siamo molto eccitati all’idea che, tra qualche mese , potremo portare questa edizione tanto speciale anche sui nostri mercati.’ L’edizione latina consacra “Diario di una Schiappa” tra i classici moderni della letteratura per l’infanzia , come già è accaduto in altri casi, tra cui “Il Piccolo Principe”, “Harry Potter” e perfino “Topolino”. “Ho coltivato per molti anni l’idea di tradurre la Schiappa in latino”, afferma Pico Floridi, Presidente Il Castoro. E prosegue: “Ho aspettato che la serie crescesse – nei numeri e nella passione dei ragazzi. E quest’anno è arrivato il momento giusto. Abrams ha sposato il progetto fin dall’inizio. Jeff Kinney ha dimostrato il suo entusiasmo con una nuova copertina, con Greg ‘togato’. Il traduttore si è dato immediatamente disponibile. Siamo arrivati all’anteprima odierna, in attesa dell’uscita del libro il 6 maggio, con un titolo che abbiamo modulato nientemeno che sui “Commentarii de Bello Gallico” di Giulio Cesare. Perché Greg non merita niente di meno!”

© Riproduzione Riservata
Commenti