LIBRI - Anniversario di nascita di Edmon Rostand

Dal ‘Cyrano de Bergerac’, la celebre descrizione del bacio

l primo aprile del 1868 nasceva a Marsiglia Edmond Rostand, ricordato soprattutto per il 'Cyrano de Bergerac', la celebre commedia teatrale in cinque atti pubblicata per la prima volta nel 1897 e ispirata alla figura...

In occasione dell’anniversario della nascita del poeta e drammaturgo francese Edmond Rostand, vi proponiamo la celebre descrizione del bacio, tratta dal suo capolavoro, il ‘Cyrano de Bergerac’

MILANO – Il primo aprile del 1868 nasceva a Marsiglia Edmond Rostand, ricordato soprattutto per il ‘Cyrano de Bergerac’, la celebre commedia teatrale in cinque atti pubblicata per la prima volta nel 1897 e ispirata alla figura storica di Savinien Cyrano de Bergerac, uno dei più estrosi scrittori del seicento francese, precursore della letteratura fantascientifica. Per celebrare questa ricorrenze vi proponiamo una delle sequenze più celebri dell’opera, la descrizione del bacio:

 

 
ROSSANA
Siete voi là?
Parlavam di… d’un…

 

CYRANO
Bacio. Né vedo in verità
perché la vostra bocca sia così timorosa.
Se la parola è dolce, che sarà mai la cosa?
Irragionevol tema non vi turbi la mente:
poco fa non lasciaste quasi insensibilmente
l’arguto cinguettio per passar senza schianto
dal sorriso al sospiro e dal sospiro al pianto?
Ancora un poco, un poco solo ancora, vedrete:
non c’è dal pianto al bacio che un brivido!

 

ROSSANA
Tacete!

 

CYRANO
Ma poi che cosa è un bacio? Un giuramento fatto
un poco più da presso, un più preciso patto,
una confessione che sigillar si vuole,
un apostrofo roseo messo tra le parole
t’amo; un segreto detto sulla bocca, un istante
d’infinito che ha il fruscio di un’ape tra le piante,
una comunione che ha gusto di fiore,
un mezzo per potersi respirare un po’ il cuore
e assaporarsi l’anima a fior di labbra!

  

(Atto III, scena IX)

 

1 aprile 2015

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione Riservata
Commenti