Dal 17 settembre a Bologna

Andrea Camilleri ”a priva vista”, una mostra dedicata ai suoi libri più famosi

Andrea Camilleri è uno degli autori più amati e più letti di sempre, complice anche la fortunata serie televisiva ideata proprio prendendo spunto da uno dei suoi personaggi più celebri: il Commissario Montalbano...

Artelibro 2014 vuole onorare Andrea Camilleri, uno degli scrittori più amati dal pubblico italiano e autore della fortunata serie poliziesca del commissario Montalbano, prendendo spunto da un aspetto forse meno indagato ma non meno sorprendente della sua produzione letteraria: l’immagine e la grafica delle copertine dei suoi libri

MILANO – Andrea Camilleri è uno degli autori più amati e più letti di sempre, complice anche la fortunata serie televisiva ideata proprio prendendo spunto da uno dei suoi personaggi più celebri: il Commissario Montalbano. Ora, finalmente, per tutti i fan del grande scrittore, arriva una mostra dedicata a Camilleri ma, soprattutto, ai suoi libri: dal 17 settembre, fino al 19 ottobre, il Museo internazionale e biblioteca della musica di Bologna, ospiterà oltre 100 copertine, italiane e straniere, che hanno rappresentato graficamente le stupende opere letterarie nate dalla sua penna.

LA MOSTRA – In occasione di Artelibro Festival del Libro e della Storia dell’Arte, dal 17 settembre al 19 ottobre il Museo della Musica di Bologna ospiterà una mostra curata da Stefano Salis, con i contributi critici di Salvatore Silvano Nigro (autore di tutti i risvolti di copertina dei libri di Camilleri editi da Sellerio) e di Antonio Sellerio (erede e continuatore della casa editrice fondata dai suoi genitori Elvira ed Enzo Sellerio) dedicata a oltre cento copertine dei libri che lo hanno reso famoso in tutto il mondo.

SELLERIO, STORICO EDITORE – Verranno esposte oltre 40 copertine pubblicate dall’editore Sellerio, suo primo e storico editore, a partire da La strage dimenticata del 1984, dove ad ogni cover è associata graficamente l’immagine di un’opera d’arte – felice esempio di come l’editoria può elevare un’immagine d’arte a espressione simbolica di un contenuto letterario – più una buona selezione di quelle estere, provenienti dall’archivio della casa editrice palermitana

LE COPERTINE – In un colpo d’occhio prolungato il visitatore potrà guardare all’intera produzione di Camilleri per Sellerio e avrà l’occasione di verificare come le immagini selezionate per le copertine – vero biglietto da visita per autore ed editore nel complesso terreno dello scaffale del libraio – siano talora coerenti con il contenuto del libro, talora semplicemente evocative, o, come capita in alcune traduzioni, piuttosto stereotipe. Si tratta di una galleria personale di dipinti e immagini che sono funzionali a disegnare un ritratto mosaico dello scrittore siciliano e della forza comunicativa dei suoi libri.

 

6 settembre 2014

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione Riservata
Commenti