Alexandre Dumas figlio, le frasi e gli aforismi più celebri

Il 27 novembre 1895 moriva lo scrittore Alexandre Dumas, autore de "La signora delle camelie". Lo ricordiamo con una raccolta dei suoi aforismi più celebri
Alexandre Dumas figlio, le frasi e gli aforismi più celebri

MILANO – Alexandre Dumas, figlio del celebre autore de “I tre moschettieri” e “Il conte di Montecristo”, fu – come il padre – un noto e affermato romanziere. Ebbe un’infanzia difficile: nato da una relazione illecita con la vicina di casa, il piccolo Alexandre fu subito messo in collegio e gli fu detto di essere figlio di genitori ignoti. Alexandre Dumas padre riconoscerà il bambino solo sei anni dopo. A diciassette anni abbandona gli studi e si dà a una vita di ozi e bagordi a Parigi, dove intratterrà una relazione con Marie Duplessis, la cortigiana da cui trarrà ispirazione per il suo romanzo più famoso: La signora delle camelie. Oggi, in occasione dell’anniversario della sua morte, lo ricordiamo con i suoi aforismi più celebri.

 

“Chi legge sa molto, ma chi osserva sa molto di più.” 

 

“Stimo il denaro né più né meno di quello che vale, perché è un servo eccellente ma un padrone terribile.” 

 

“A ogni male ci sono due rimedi: il tempo e il silenzio.” 

 

“Quante strade e quante ragioni crea il cuore per arrivare a quello che vuole!” 

 

“Se Dio fosse improvvisamente condannato a vivere la vita che ha inflitto agli uomini, si ucciderebbe.” 

 

“Ogni generalizzazione è pericolosa, inclusa questa.”

 

“È sempre difficile consolare un dolore che non si conosce.”

© Riproduzione Riservata