Roald Dahl

9 curiosità su “La fabbrica di cioccolato”

Ecco 9 curiosità sul capolavoro di Roald Dahl "La fabbrica di cioccolato", il romanzo fantastico con protagonisti Willy Wonka e il piccolo Charlie
9 curiosità su La fabbrica di cioccolato

MILANO – Ieri sera su Italia 1 e Mediaset Play è andato in onda La fabbrica di cioccolato, il film diretto da Tim Burton e interpretato da Johnny Depp nei panni di Willy Wonka. La storia del piccolo Charlie nel pazzo mondo della fabbrica di cioccolato ci affascina sempre per la fantasia e la creatività dello scrittore Roald Dahl: Charlie è un bambino povero che non può permettersi nemmeno una tavoletta di cioccolato, ma che grazie all’amore dei suoi famigliari per far sì che realizzi uno dei suoi sogni e a un pizzico di fortuna riesce ad entrare nella meravigliosa e misteriosa fabbrica di cioccolato, un luogo magico e fantastico che non ha eguali sulla terra…
Ecco 9 curiosità su questo capolavoro della letteratura per bambini (ma non solo).

1.Il libro è nato come una storia della buona notte che Roald Dahl raccontava alle sue figlie Olivia e Tessa.

2. Il titolo originario del libro di Roald Dahl era “Charlie’s chocolate boy” e la storia raccontava di Charlie, un ragazzino che insieme ai suoi nove amici aveva trovato dieci biglietti d’oro per visitare la Fabbrica di Cioccolato. Visitando il grandioso e magico edificio finì per errore in uno stampo per cioccolato, diventando un cioccolatino lui stesso. Venne venduto a una bambina come regalo di Pasqua.

3. Il personaggio estroso ed eccentrico di Willy Wonka in realtà non doveva portare questo nome, ma doveva chiamarsi Mr. Ritchie.

4. Gli Umpa Lumpa (in Inglese Oompa-Loompa) inizialmente dovevano chiamarsi Whipple – Scrumpets.

5. Il primo adattamento cinematografico del 1971 è avvenuto perché Madeline, la figlia del regista Mel Stuart, ne ha portato una copia a casa, dicendo al padre di averlo letto ben tre volte e che desiderava tanto che lo trasformasse in un film. Per coincidenza, il suo socio produttore David Wolper stava conversando con un agente pubblicitario che aveva come cliente Quaker Oats, il quale che voleva finanziare un progetto che potesse collegarsi a una nuova tavoletta di cioccolato che stavano preparando. Detto fatto!

6. Julie Dawn Cole, che ha interpretato Veruca Salt nel film, è ora una psicoterapeuta infantile. Peter Ostrum – Charlie – è un veterinario di origine animale nello stato di New York.

7. Ci sono ancora cinque bozze di Charlie nell’archivio del Roald Dahl Museum e Story Center a Great Missenden, nel Buckinghamshire. Si pensa che Dahl abbia distrutto il primissimo dopo che il suo giovane nipote gli ha detto che era “spazzatura”.

8. Quando fu pubblicato per la prima volta nel settembre del 1964, vendette 10.000 copie nella prima settimana. Il New York Times l’ha definita “pura gioia”.

9. Dahl voleva un giovane artista relativamente sconosciuto chiamato Maurice Sendak per illustrare la prima edizione. Ma era troppo occupato a lavorare al libro “Where the Wild Things are” (Nel paese dei mostri selvaggi). Così venne scelto Quentin Blake, l’illustratore inglese che illustrò anche i libri di Bianca Pitzorno

© Riproduzione Riservata