Sei qui: Home » Libri » 5 libri da leggere con protagoniste storie d’amore estive
libri da leggere

5 libri da leggere con protagoniste storie d’amore estive

Da William Shakespeare a Catena Fiorello, ecco alcuni dei più famosi libri la cui trama vede al centro storie d'amore che nascono in estate.

Le storie d’amore estive sono un classico della bella stagione. Complici il caldo, l’allontanamento da casa e dai ritmi quotidiani, la leggerezza e l’abbandono a un momento di riposo, la stagione estiva è l’ideale per storie fugaci, ma intensissime, passioni che si accendono e si spengono nell’arco di poche settimane. Ad esse, è dedicata un’ampia parte della produzione letteraria mondiale.

5 libri da leggere con protagoniste storie d’amore estive

Scopriamo alcuni dei più famosi libri la cui trama vede al centro storie d’amore estive.

Sogno di una notte di mezza estate di William Shakespeare

Fate e folletti popolano il mondo fantastico di questa commedia di Shakespeare, lieve e raffinata, in cui amori e tradimenti si susseguono con comicità e grazia incantevole. “Sogno di una notte di mezza estate” intreccia tre storie legate fra loro grazie alla celebrazione delle nozze fra Teseo, il duca di Atene, e Ippolita, la regina delle Amazzoni. 

Dalla bellissima Titania, regina delle fate, innamorata perdutamente di un uomo dalla testa d’asino, al comico e irresistibile Bottom fino al capriccioso folletto Puck, i cui errori nel somministrare i filtri d’amore muovono le sottili trame della vicenda. Una commedia lieve e briosa, ricca di improvvisazioni e colpi di scena, che inaugura un nuovo tipo di rappresentazione nel panorama shakespeariano.

Adelmo torna da me di Teresa Ciabatti

Tra le storie d’amore estive troviamo il romanzo d’esordio di Teresa Ciabatti, questo libro racconta la storia, lunga un’estate, della perdita di innocenza di Camilla, quattordicenne in vacanza nella sua casa dell’Argentario. Un coro di voci, di risate, avventure fanno da sfondo alla vicenda, mentre la realtà morde sotto il velo sorridente della commedia. 

L’amore a due passi di Catena Fiorello

Tra le storie d’amore estive raccontate in letteratura, ricordiamo il libro di Catena Fiorello le cui vicende si sviluppano nel Salento in piena estate. Da anni Orlando Giglio, il temuto “Gendarme” del condominio di via Mancini numero 8, studia le abitudini della sua dolce ossessione, Marilena Moretti, nota in gioventù come “la Brigantessa”. La segue nell’esiguo tragitto tra l’ascensore e il portone del palazzo, la osserva mentre sale le scale e chiacchiera con i vicini di casa, aspettando che arrivi il suo momento.

Sono entrambi vedovi, entrambi sulla soglia dei settant’anni, entrambi abbandonati dai propri figli durante una delle estati più torride di tutti i tempi… Dovranno scattare due allarmi in piena notte e sbiadire i fantasmi del passato e del presente, perché Marilena accetti l’invito di Orlando a partire per un’avventurosa vacanza alla conquista del Salento.

Le notti bianche di Fedor Dostoevskij

Quattro notti e un mattino per raccontare una storia che si muove al buio e nella penombra della coscienza. Un giovane sognatore, abituato a nutrirsi di sentimenti e impressioni, incontra nella notte una ragazza piangente e sola che sarà per lui l’appiglio verso il concreto mondo diurno.

La città di San Pietroburgo saprà cullare nel suo bianco silenzio questa storia a due voci, fatta di confidenze notturne, attese e speranze e il mattino, al risveglio, rimarrà quello strano sapore in bocca, quella domanda di realtà inevasa: nelle notti bianche, negli improbabili intrecci e nei sussurri furtivi di due ipotetici amanti, qual è il vero confine del sogno?

La vampa d’agosto di Andrea Camilleri

Di storie d’amore estive si parla anche in uno dei gialli con protagonista il commissario Montalbano. Caldo torrido, estenuante, sole implacabile: è questa la vampa del mese più infuocato della torrida estate siciliana, ma è anche l’ardore e la passione che infiammano Montalbano. Siamo in agosto, Mimì Augello ha dovuto anticipare le ferie e Montalbano è costretto a rimanere a Vigàta.

Livia vorrebbe raggiungerlo, ma per non restare sola, con Montalbano sempre al lavoro, pensa di portare con sé un’amica (con marito e bambino) e chiede a Salvo di affittare una casa sul mare per loro. La vacanza scorre nella villetta sul mare, silenziosa, verde. Ma un giorno il bambino sparisce. Montalbano accorre e scopre in giardino un cunicolo che rivelerà clamorose sorprese tra cui un baule con il cadavere di una ragazza scomparsa sei anni prima.

© Riproduzione Riservata