Prepararsi al colloquio

Maturità 2020, gli errori da non commettere al colloquio

Quest'anno gli studenti stanno affrontando un esame di Maturità anomalo. Abbiamo chiesto al professor Giuseppe Lupo alcuni suggerimenti per i maturandi, compresi gli errori da evitare durante il colloquio.
Maturità 2020, gli errori da non commettere al colloquio orale

Sono iniziati in questi giorni i colloqui orali della Maturità 2020. Sono Esami di Stato anomali, visto che l’unica prova che gli studenti dovranno affrontare sarà orale. Abbiamo chiesto a Giuseppe Lupo, professore di letteratura italiana contemporanea e scrittore, alcuni suggerimenti per i maturandi, compresi gli errori da evitare.

La mancanza della verifica scritta

Quest’anno l’esame di Maturità è molto particolare. Non essendoci la prova scritta, viene a mancare la verifica della capacità di elaborare un testo da parte dello studente. Attraverso lo scritto, infatti, si ha più tempo per elaborare ciò che si sta scrivendo, per concentrarsi su un dato tema e argomento. 

Prepararsi bene

Per preparare al meglio un buon colloquio, bisogna non fermarsi ai libri scolastici: occorre andare oltre, esercitare la capacità di ragionare, di pensare che è fondamentale in una situazione di questo tipo allenare la mente al ragionamento. Occorre alternare il tempo dedicato allo studio a quello dedicato a se stessi e al tempo libero. Meglio fare poche ore, ma bene, piuttosto che tante, ma fatte male e senza concentrazione.

Presentarsi bene al colloquio

Svolgendosi tutto quanto durante un colloquio che durerà l’arco di un quarto d’ora/mezz’ora, ciò che è fondamentale è dimostrare di possedere una maturità, una capacità di relazionarsi con commissario e professori. Innanzi tutto occorre curare il proprio aspetto, evitando look aggressivi o inadeguati alla circostanza, e sedersi in maniera corretta. Le buone maniere nel salutare, presentarsi, prendere la parola e sorridere fanno sempre una buona impressione, anche durante il colloquio. Nonostante l’eccezionalità del momento, rimane comunque un esame di Stato: è consigliabile cercare di essere seri e posai, evitando battute o risate isteriche.

L’importanza di trasmettere sicurezza

Durante il colloquio bisogna vedersela con la Commissione di Maturità e trasmettere in chi ci ascolta sicurezza e tranquillità. Parlare a voce troppo bassa può frustrare chi ascolta dall’altro lato, trasmettendogli insicurezza. Occorre cercare di parlate a voce alta e chiara, magari facendo già alcune prove in casa. 

© Riproduzione Riservata
Commenti