Mondadori acquista Rcs Libri per 127,5 milioni

Adesso la parola passa all'Antitrust
Mondadori acquista Rcs Libri per 127,5 milioni
Mondadori acquista Rcs Libri per 127,5 milioni. Adesso la parola passa all'Antitrust

MILANO – Rcs Media Group ha siglato il contratto per la cessione di Rcs Libri alla Mondadori per 127,5 milioni, su una valutazione complessiva di 130 milioni. Sono previsti aggiustamenti possibili del prezzo per più/meno cinque milioni. E’ esclusa dalla vendita Adelphi.

LE TRATTATIVE – Dopo l’offerta di fine giugno, la decisione della vendita della divisione Libri è stata presa all’unanimità dal Cda di Rcs che si è riunito ieri, viene spiegato dal gruppo di via Rizzoli, e l’A.d Pietro Scott Jovane ha dunque proceduto alla firma del contratto con l’Ad di Mondadori Ernesto Mauri. Sempre ieri si è tenuto anche il consiglio di amministrazione di Mondadori sull’operazione, spiega a sua volta la società di Segrate in una nota, precisando come l’accordo consentirà al gruppo Mondadori di consolidare la propria presenza in Italia nel mercato dei libri trade e nell’editoria scolastica, nonché negli illustrati a livello internazionale.

UNIRE LE FORZE – “È un’operazione di cui siamo particolarmente orgogliosi. Un rilevante investimento, da parte di una grande azienda italiana, in un settore nobile e speciale come quello del libro”, ha dichiarato Marina Berlusconi, presidente della Arnoldo Mondadori editore. “La Mondadori, di cui la mia famiglia è l’editore da ormai 25 anni, torna a crescere e compie un passo cruciale verso una sempre maggiore solidità. Ma quello annunciato ieri sera è anche un investimento sul futuro del nostro Paese e sulla qualità di questo futuro. Le dinamiche del settore spingono in tutto il mondo gli editori ad unire le forze. Un processo che in Italia, dove gli operatori hanno dimensioni molto più piccole rispetto a quelli degli altri principali Paesi, risulta ancora più necessario. L’acquisizione della Rcs Libri va in questa direzione. (…) E soprattutto siamo determinati a mettere tutto l’impegno necessario per tutelare e valorizzare quel sistema di eccellenze editoriali e culturali di cui la Mondadori si trova al centro”.

 

5 ottobre 2015

© Riproduzione Riservata