Gennaio 2015, le novità di Rizzoli

È un gennaio per tutti i gusti quello programmato da Rizzoli: in arrivo titoli per tutti i palati. Temi di forte attualità, coma l’analisi economica mondiale di Naomi Klein...

Un gennaio ricco di novità per Rizzoli: dalle analisi su economia e politica, passando per un thriller evento scritto da 14 maestri del genere, fino alla dieta dei frullati, ecco tutte le uscite di gennaio

 
MILANO – È un gennaio per tutti i gusti quello programmato da Rizzoli: in arrivo titoli per tutti i palati. Temi di forte attualità, coma l’analisi economica mondiale di Naomi Klein, o la disamina sulla politica italiana e su Matteo Renza fatta da Giuliano Ferrara. E ancora lo studio psicologico del popolo italiano, il thriller diretto da Jeffery Deaver e scritto dai maestri del genere e lo scottante argomento della nozze gay.

 
Ecco tutte le novità di questo mese:

 

 
Una rivoluzione ci salverà. Perché il capitalismo non è più sostenibile” – Naomi Klein
L’autrice dei bestseller “No logo” e “Shock Economy”, torna con un nuovo atto d’accusa al capitalismo, questa volta prendendo le mosse dal cambiamento climatico. “L’urgenza della crisi climatica – spiega l’autrice – potrebbe formare la base di un potente movimento di massa, in grado di tessere quelle questioni in apparenza disparate in un unico discorso coerente su come proteggere l’umanità dalle devastazioni generate tanto da un sistema economico ferocemente ingiusto, quanto da un sistema climatico destabilizzato. Ho scritto questo libro perché sono giunta alla conclusione che l’azione sul piano del problema climatico potrebbe costituire questo rarissimo catalizzatore.”
In libreria il 9 gennaio

 

 
Il royal baby. Matteo Renzi e l’Italia che vorrà” – Giuliano Ferrara
Col suo stile inimitabile, Giuliano Ferrara ci offre un ritratto folgorante dell’uomo che sta rivoluzionando l’Italia: Matteo Renzi. ‘Volete che un vecchio e intemerato berlusconiano pop, come me, non si innamori del boy scout della provvidenza?’ Una provocazione che va però al di là del premier, prendendo di mira tutto l’establishment nostrano: il patto del Nazareno è “la gran commedia del Cavaliere e del boy scout”, la Leopolda “un teatrino, l’equivalente digitale del cielo azzurro di Forza Italia”, Twitter “la strategia della verità che sa smentirsi da sola, senza l’aiuto dei fatti”. Scrive il direttore de “Il Foglio”: “Mi piacerebbe che quelli come me riflettessero sulla trombonaggine di certe pretese. Mi piacerebbe che la finissero di attribuirsi premi e prestigio, i soliti noti che pullulano nelle pieghe dell’immobilismo italiano. Io sono uno dei soliti noti. Bisogna togliergli l’Italia, dice Matteo Renzi. Ha ragione, mi dico”.
In libreria il 9 gennaio
 

 
Ma siamo matti. Un Paese sospeso fra normalità e follia” – Vittorino Andreoli
L’autore, uno dei massimi esponenti della psichiatria contemporanea, i matti li frequenta da anni. Quello che non gli era mai capitato prima era di considerare un popolo intero come paziente. Lo fa in queste pagine in cui affronta i mali del nostro paese, a cominciare dal masochismo che affligge il popolo italiano spingendolo a una distruttività di sé malcelata dietro una maschera esibizionista. Poi c’è la fede nei miracoli, che ci rende un popolo credulone e abbindolabile dal truffatore di turno, e c’è infine una buona dose di individualismo spietato con un talento innato per la recita. “Parlo di popolo malato perché rilevo comportamenti che non funzionano e assisto a un incremento della povertà, a un impoverimento generale. Perché noto una disattenzione nei confronti dei giovani che sono stati derubati del futuro e quindi campano alla giornata, viaggiano nel mare tempestoso a vista, senza strumenti per orientarsi. Per questo parlo di malattia sociale”.
In libreria il 9 gennaio
 

 
Il manoscritto di Chopin” – AA.VV.
L’indiscusso maestro del thriller Jeffery Deaver ha concepito i personaggi, l’ambientazione e ha dato l’avvio al racconto con il primo capitolo. Di lì in poi la storia è passata di mano in mano a ciascuno degli altri quattordici grandi autori di questo genere letterario: Lee Child, David Corbett, Joseph Finder, Jim Fusilli, John Gilstrap, James Grady, David Hewson, John Ramsey Miller, P.J. Parrish, Ralph Pezzullo, S.J. Rozan, Lisa Scottoline, Peter Spiegelman, Erica Splinder. Insieme hanno firmato “Il manoscritto di Chopin”, un libro-evento dall’epilogo esplosivo.
In libreria il 9 gennaio
 

 
Innamorarsi. Istruzioni per l’uso” – Cecelia Ahern
Cecelia Ahern, autrice del successo mondiale “P.S. I love you”, scritto a soli 21 anni. Lo scorso ottobre è arrivato nelle sale italiane il film “Scrivimi ancora”, tratto dall’omonimo romanzo. L’autrice ora ora ci regala un’altra intramontabile storia d’amore: la protagonista è Christine, ha trentatré anni e una fiducia illimitata nei manuali di auto-aiuto. Ma ha solo due settimane di tempo per convincere Adam, sull’orlo del suicidio, a innamorarsi ancora della vita.
In libreria il 29 gennaio
 

 
Il giorno più felice della mia vita” – Sebastiano Mauri
Ogni coppia ha diritto al suo sì. Questo è il sottotitolo del libro-manifesto di Sebastiano Mauri, 42 anni, casa e lavoro tra Buenos Aires e Milano: in questo pamphlet tagliente, ironico e ottimista combatte una delle battaglie più civili, quella contro l’omofobia e a favore del matrimonio per tutti. L’obiettivo è uno: che chiunque possa sposare la persona che ama.
In libreria il 29 gennaio
 

 
Tu e nessun’altra” – Claudia Zanella
La maternità inattesa, il significato di essere madri oggi, un’adozione piovuta dal cielo. “Tu e nessun’altra” è il romanzo d’esordio di Claudia Zanella: dopo aver lavorato come attrice – diretta tra gli altri da Gabriele Salvatores e Marco Bellocchio – si misura oggi con la scrittura. E regala un racconto sorprendente sulle paure, i desideri e le scelte di tutti noi.
In libreria il 29 gennaio
 

 
The Hot Zone – Area di contagio” – Richard Preston
Stephen King la definì “una grande opera. Tra le cose più terribili che abbia mai letto”. Ridley Scott ne ha tratto ispirazione per un nuovo serial annunciato dalla stampa qualche mese fa. “The hot zone – Area di contagio” è l’opera profetica di Richard Preston, che nel 1994 pubblicò il libro – una storia vera su una minaccia globale, l’Ebola, che spaventa come un thriller – dopo aver scritto un lungo articolo per il “New Yorker”. Oggi torna in libreria, più attuale che mai: “Ebola era comparso in quelle stanze, aveva sventolato i suoi stendardi, si era nutrito e si era nuovamente ritirato nella foresta. Tornerà” scrisse Richard Preston vent’anni fa.
In libreria il 29 gennaio
 

 
Uomini che amano troppo” – Filippo Facci
C’è l’uomo-koala, che ti abbraccia e non ti molla, il pavone coi suoi addominali scolpiti, il gufo che arriva di notte lasciando a casa moglie e figli, il falco che si avventa sulle sue vittime e il geco, che invece sta lì immobile senza reagire. Sono solo alcuni degli “Uomini che amano troppo” di Filippo Facci, che in questo libro ci offre una rassegna di uomini, ma pure di donne, che amano troppo, ma che comunque, a modo loro, amano.
In libreria il 29 gennaio
 

 
La dieta green & detox. 10 giorni per depurarsi, dimagrire e sentirsi di nuovo in forma” – J.J. Smith
Dieci giorni a base di frullati verdi per perdere fino a 7 chili e per imparare a mangiare in modo sano. In America ha scalato le classifiche in poche settimane; ora arriva anche da noi il metodo di J.J. Smith, nutrizionista e dietologa americana che ne “La dieta green & detox. 10 giorni per depurarsi, dimagrire e sentirsi di nuovo in forma” ci offre, oltre alla dieta dettagliata e alle ricette di più di cento frullati, anche le testimonianze di chi l’ha provata con successo.
In libreria il 29 gennaio

 
 11 gennaio 2015

 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione Riservata