Il giovane Montalbano

Torna “Il giovane Montalbano”, la serie tv da non perdere se amate Camilleri

Sicilia, primi anni 1990. Un giovane Salvo Montalbano, appena divenuto commissario nella natìa Vigata, comincia le sue prime indagini
giovane-montalbano
Al via, stasera alle 21.25 su Rai1, “Il giovane Montalbano”, con le indagini del più amato e seguito commissario della tv, nato dalla penna di Andrea Camilleri e interpretato da Michele Riondino. Si parte con il film “La prima indagine”, per la regia Gianluca Maria Tavarelli, con Michele Riondino e Sarah Felberbaum.  Le due stagioni andarono in onda su Rai 1 con successo dal 2012 al 2015, quando sfiorò i 6 milioni.

Il giovane Montalbano

Sicilia, primi anni 1990. Un giovane Salvo Montalbano, appena divenuto commissario nella natìa Vigata, comincia le sue prime indagini. Ritroviamo i personaggi che hanno riempito le storie del commissario più amato d’Italia nel loro periodo giovanile, scoprendone il passato, gli amori e ciò che erano da giovani.

La prima indagine di Montalbano

Il film è tratto dall’omonimo racconto contenuto nella raccolta “La prima indagine di Montalbano”, e da “Cinquanta paia di scarpe chiodate” contenuto nella raccolta “Un mese con Montalbano” del maestro Camilleri editi da Arnoldo Mondadori Editore. Salvo Montalbano è un giovane vicecommissario in servizio a Mascalippa, uno sperduto paese di montagna siciliano. Il suo superiore, Libero Sanfilippo, gli insegna come muoversi nelle indagini più intricate. Ma il carattere di Montalbano, insofferente alle regole e attento più all’umanità delle persone che alle apparenze, si manifesta già in questo suo periodo di apprendistato. Salvo è fidanzato con Mery, a cui vuole molto bene ma rimane restio al matrimonio. A seguito di una promozione, viene trasferito a Vigata dove aveva già vissuto da ragazzo dopo la morte della madre e dove vive ancora suo padre. E nel commissariato di Vigata Montalbano trova quella famiglia che non ha mai avuto. Qui conosce Carmine Fazio, un esperto agente che gli è di grande aiuto. E trova anche un fratello minore di cui il questore gli chiede di occuparsi: Agatino Catarella, un poliziotto rimasto orfano. 

© Riproduzione Riservata
Commenti