Teatri d'Italia

I 15 teatri più famosi d’Italia (Parte 1)

I teatri hanno sempre affascinato il pubblico di tutto il mondo, non solo per gli spettacoli che ospitano ma anche dal punto di vista architettonico
I 10 teatri più famosi in Italia

MILANO – L’Italia è da sempre un Paese con una grande tradizione teatrale, cominciando con il teatro greco, fino ad arrivare a quello contemporaneo e moderno. Costruiti con diverse forme architettoniche e con stili differenti, i teatri sono sempre riusciti ad affascinare un grandissimo numero di persone. Dal “Teatro alla Scala” di Milano al teatro San Carlo di Napoli, ecco i teatri più famosi e più belli d’Italia,  ripresi dal sito Operablog.

.

Teatro Alla Scala (Milano) 

Teatro-alla-Scala

 

Il suo nome ha origine dalla chiesa che venne abbattuta per fargli posto: chiesa di Santa Maria alla Scala. Questo teatro venne inaugurato il 3 agosto del 1778 ed è, ad oggi, uno dei più importanti teatri d’opera al mondo. Il teatro inizialmente non era utilizzato solo per gli spettacoli, i palchi venivano usati dai proprietari per ricevere invitati, per mangiare e per fare vita sociale e anche per i giochi d’azzardo, infatti per molto tempo si corse il rischio di perdere l’interesse degli spettatori impegnati tra i palchi in altre attività.

.

Teatro Bibiena (Mantova) 

Teatro_Mantova_(13384947483)

 

Il Teatro Bibiena fu realizzato da Antonio Bibbiena nel 1767-69. Denominato anche Teatro Scientifico, esso nacque per le finalità dell’Accademia Virgiliana, destinato ad ospitare sia spettacoli sia sperimentazioni scientifiche ed esposizioni dottrinali.Ne è autore il parmense Antonio Galli Bibiena, il quale vi profuse un genio inventivo che fa di quest’opera il più compiuto esempio di architettura teatrale del gusto rococò.

.

Teatro Regio (Parma) 

TeatroRegio

 

In origine Nuovo Teatro Ducale, il Teatro Regio di Parma nasce per volontà della duchessa Maria Luigia d’Asburgo-Lorena, moglie di Napoleone, inviata a reggere il Ducato di Parma, Piacenza e Guastalla dopo il Congresso di Vienna. Iniziati i lavori nel 1821 su progetto dell’architetto di corte Nicola Bettoli, il Teatro inaugura il 16 maggio 1829 con Zaira, opera di Vincenzo Bellini su libretto di Felice Romani.

.

Teatro della Pergola (Firenze)

04

 

Il teatro di Firenze per la sua posizione centrale e l’indissolubile legame che si è creato con la storia della città. La Pergola ha superato i 350 anni dall’inaugurazione con l’opera buffa Il podestà di Colognole di Giovanni Andrea Moneglia, che diede inizio ad una lunga teoria di spettacoli. Furono gli Accademici Immobili, un gruppo di nobili dediti alla coltivazione delle arti, ad individuare nell’area ove sorgeva un tiratoio dell’Arte della Lana il sito ideale ove edificare un edificio in grado di sostituire il Teatro del Cocomero, giudicato troppo piccolo per le attività accademiche.

.

Gran Teatro La Fenice (Venezia) 

 

Fondato nel 1792, il Teatro La Fenice è stato nell’Ottocento sede di numerose prime assolute di opere di Rossini (Tancredi, Sigismondo,Semiramide), Bellini (I Capuleti e i Montecchi,Beatrice di Tenda), Donizetti (Belisario, Pia de’ Tolomei, Maria de Rudenz), Verdi (Ernani, Attila,Rigoletto, La traviata, Simon Boccanegra). Il principale teatro della città lagunare ha una storia complessa: esso è stato più volte distrutto dal fuoco e, quindi, ha subito diversi interventi di restauro. L’ultimo risale al 2003, ed ha il merito di averci restituito l’edificio in tutto il suo splendore. L’annuale stagione è estremamente ricca e ben divisa tra tradizione e contemporaneità.

.

Teatro Comunale (Bologna)

Il Teatro Comunale di Bologna fu costruito da Antonio Galli da Bibbiena nel luogo in cui, un tempo, sorgeva Palazzo Bentivoglio, distrutto nel 1507. Dall’affascinante auditorium a forma di campana alla fantastica atmosfera, il teatro è stato inaugurato nel 1763. Interessanti gli aneddoti avvenuti in questo teatro: Bologna, a fine Ottocento, veniva chiamata la città wagneriana e quindi si contrapponeva alla Milano verdiana.

.

Teatro Olimpico (Vicenza)

teatro

 

Il Teatro Olimpico è una delle meraviglie artistiche di Vicenza. Si trova all’interno del cosiddetto Palazzo del Territorio, che prospetta su piazza Matteotti, all’estremità orientale di corso Palladio, principale direttrice del centro storico. Nel Rinascimento infatti un teatro non è un edificio a se stante, ma consiste nell’allestimento temporaneo di spazi all’aperto o di volumi preesistenti; nel caso di Vicenza, cortili di palazzo o il salone del Palazzo della Ragione. Questa opera d’arte architettonica è uno dei più grandi capolavori del famoso architetto Andrea Palladio. Venne inaugurato il 3 marzo del 1585 ed è il primo nel suo genere. Infatti, l’Olimpico è  il primo teatro stabile coperto dell’epoca moderna.

 

 

 

 

© Riproduzione Riservata
Commenti