Sei qui: Home » Intrattenimento » “Alfredino, una storia italiana”, la serie tv sull’incidente di Vermicino
La serie tv

“Alfredino, una storia italiana”, la serie tv sull’incidente di Vermicino

Andrà in onda prossimamente su Sky "Alfredino – una storia italiana", la nuova produzione Sky Original sui fatti di Vermicino.

Una serie tv per raccontare la storia del piccolo Alfredo Rampi, caduto in un pozzo artesiano nel giugno 1981, che all’epoca commosse l’Italia intera e tenne milioni di persone incollate alla televisione in attesa di notizie. Si chiama Alfredino – una storia italiana la nuova serie tv prodotta da Sky e da Marco Belardi per Lotus Production. La serie, con la regia di Marco Pontecorvo e la sceneggiatura e la produzione creativa di Francesco Balletta, andrà in onda in prima TV in due appuntamenti il 21 e 28 giugno su Sky Cinema e in streaming su NOW.

Gli interpreti

Accanto ad Anna Foglietta, nel ruolo della madre di Alfredino, la signora Franca Rampi, il cast composto da: Francesco Acquaroli è il comandante dei Vigili del fuoco Elveno Pastorelli; Vinicio Marchioni interpreta Nando Broglio, il vigile del fuoco che provò a tenere compagnia e a motivare Alfredo durante quelle terribili ore; Luca Angeletti è il padre di Alfredo, Ferdinando Rampi; Giacomo Ferrara è Maurizio Monteleone, il secondo degli speleologi che provarono a recuperare il piccolo; Valentina Romani interpreterà la geologa Laura Bortolani; Daniele La Leggia è Tullio Bernabei, caposquadra del gruppo di speleologi e primo a calarsi nel pozzo; Massimo Dapporto sarà invece l’allora Presidente della Repubblica Sandro Pertini.

 

La storia di Alfredino

È il mese di giugno del 1981 quando il piccolo Alfredo Rampi in un pozzo artesiano in zona Vermicino. Riuscì a sopravvivere per tre lunghissimi giorni. Una tragedia che sarebbe per sempre rimasta impressa nella storia del nostro paese. Quando i genitori di Alfredino ne denunciarono la scomparsa e si scoprì che il bambino era caduto nel pozzo, iniziò subito la catena dei soccorsi. Nella notte arrivarono al pozzo anche i tecnici della Rai che grazie alle loro strumentazione riuscirono a comunicare con Alfredino. I tentativi di salvare il piccolo furono innumerevoli. Numerosi volontari si offrirono di calarsi nel pozzo per recuperare il bambino. Alfredino era scivolato ancora più in profondità, la sua morte sarà dichiarata il 13 giugno.

 

© Riproduzione Riservata