Canzoni come poesie

“La libertà” di Gaber, la canzone che ci insegna a essere liberi insieme agli altri

Giorgio Gaber in questa canzone esprime cosa sia la libertà e come questa sia connaturata all'uomo e al suo vivere in società
gaber-la-liberta

Giorgio Gaber è uno dei grandi interpreti della musica italiana e noi vogliamo ricordarlo con una delle sue canzoni più belle e famose: La libertà. La canzone in questione faceva parte dell’album “Far finta di essere sani” (1973) ed un brano scritto per lo spettacolo teatrale “Dialogo tra un impiegato e un non so”, spettacolo che riscosse un gran successo con ben trecentocinquanta repliche. Per Rolling Stone Italia “Far finta di essere sani” è, nella classifica dei migliori cento, il quarantottesimo disco italiano più bello di sempre. La libertà è la canzone manifesto della poetica di Gaber, in quanto riassume il concetto delle sue canzoni, del suo modo di intendere la vita, la musica, la politica e il teatro. “La libertà è partecipazione” esprime con quattro semplici parole il significato di cosa sia la libertà per il signor G.: libertà è far parte di qualcosa, vivere in una società e non può essere vissuta in solitudine.

La libertà non è stare sopra un albero

Giorgio Gaber scrive di volersi sentire libero come un uomo, di volersi compiacere della propria libertà che gli appartiene in quanto essere umano che vive nella società. Nel ritornello il cantautore esprime cosa non sia per lui la libertà:

La libertà non è star sopra un albero
Non è neanche il volo di un moscone
La libertà non è uno spazio libero
Libertà è partecipazione.

Essere libero non significa vivere in solitudine, fuori dalla società: la libertà non deve essere fine a se stessa, ma deve essere condivisa; “non è neanche il volo di un moscone” perché non ci si può sentire liberi stando soli, ma la libertà è collettiva, che si può provare solo stando in una democrazia. È infatti la democrazia la terra in cui si può spaziare con la fantasia e innalzarsi con la propria intelligenza e con la forza del proprio pensiero personale. Inoltre essere liberi per il Signor G. non è un gesto insolito, non è né un’invenzione, né un’opinione, ma è una caratteristica naturale dell’uomo perché è un animale sociale.

La libertà non è star sopra un albero,
non è neanche avere un’opinione,
la libertà non è uno spazio libero,
libertà è partecipazione.
 
La libertà è essere ascoltati perché la propria opinione vale quanto quella degli altri, è essere parte di un qualcosa, che sia società o universo, in cui tutti rivestono un proprio ruolo e tutti contribuiscono al bene comune.
Il messaggio che Gaber vuol esprimere è abbi il coraggio di servirti della tua propria ragione, della alla kantiana maniera, perché essere uomini indica ragionare con la propria testa, senza farsi manipolare dalla politica che invece vuole venderci l’idea di libertà come qualcosa a sé stante.
Di seguito, il testo completo della canzone.
 
 
Vorrei essere libero, libero come un uomo.
Vorrei essere libero come un uomo.
 
Come un uomo appena nato che ha di fronte solamente la natura
e cammina dentro un bosco con la gioia di inseguire un’avventura,
sempre libero e vitale, fa l’amore come fosse un animale,
incosciente come un uomo compiaciuto della propria libertà.
 
La libertà non è star sopra un albero,
non è neanche il volo di un moscone,
la libertà non è uno spazio libero,
libertà è partecipazione.
 
Vorrei essere libero, libero come un uomo.
Come un uomo che ha bisogno di spaziare con la propria fantasia
e che trova questo spazio solamente nella sua democrazia,
che ha il diritto di votare e che passa la sua vita a delegare
e nel farsi comandare ha trovato la sua nuova libertà.
 
La libertà non è star sopra un albero,
non è neanche avere un’opinione,
la libertà non è uno spazio libero,
libertà è partecipazione.
La libertà non è star sopra un albero,
non è neanche il volo di un moscone,
la libertà non è uno spazio libero,
libertà è partecipazione.
 
Vorrei essere libero, libero come un uomo.
Come l’uomo più evoluto che si innalza con la propria intelligenza
e che sfida la natura con la forza incontrastata della scienza,
con addosso l’entusiasmo di spaziare senza limiti nel cosmo
e convinto che la forza del pensiero sia la sola libertà.
 
La libertà non è star sopra un albero,
non è neanche un gesto o un’invenzione,
la libertà non è uno spazio libero,
libertà è partecipazione.
La libertà non è star sopra un albero,
non è neanche il volo di un moscone,
la libertà non è uno spazio libero,
libertà è partecipazione.
 
 

© Riproduzione Riservata