Maktaba, il progetto che porta le biblioteche in Siria

Il progetto Maktaba almustaqbal (MaM) riguarda la costruzione di piccole biblioteche per bambini e ragazzi nei campi profughi della Siria
Maktaba, il progetto che porta biblioteche nei campi profughi della Siria
Il progetto Maktaba almustaqbal (MaM), la biblioteca del futuro, riguarda la costruzione di piccole biblioteche per bambini e ragazzi nei campi profughi e nelle scuole del progetto di AMAL for Education per la Siria

MILANO – Il progetto Maktaba almustaqbal (MaM) si affianca al sostegno nelle scuole ai progetti già avviati in Siria. Il progetto MaM richiede l’individuazione di un responsabile siriano della biblioteca nella sede concordata e un programma di letture settimanale pubblico aperto ai bambini in modo da invogliarli a leggere e a conoscere.

IL PROGETTO – Amal for Education fornisce una base organizzativa per la biblioteca composta da un registro dei libri e una guida delle attività di lettura e di storytelling, da ebook reader per la lettura ed ebook elettronici in arabo (900 libri per bambini illustrati e audiolibri) e in inglese (circa 200 ebooks) e infine alcuni sussidi didattici per stimolare la scrittura e il racconto (story cubes e simili). Amal for Education ha finora portato 754 libri per bambini in arabo, 60 libri per bambini in inglese, 60 libri per l’apprendimento della scrittura e lettura in arabo (campagna Alif ba ta) e procurato i libri scolastici per tutti i bambini con il programma siriano.

LEGGI ANCHE: IDEAS BOX, UN CENTRO PER LA DIFFUSIONE DELLA CULTURA

COME PARTECIPARE -I libri di MaM possono essere inviati con diverse modalità. Si possono acquistare titoli in librerie online come Amazon, che contiene liste di libri appositi da poter inviare all’associazione. Esiste ovviamente anche la possibilità di inviare i vostri libri usati. Per la raccolta in Italia, l’indirizzo è quello di Amal for Education. Per altri paesi arabi sono disponibili referenti con cui possiamo mettervi in contatto, già definiti per Libano, Tunisia, Egitto e Giordania. Se siete disponibili a raccogliere libri per il progetto e vivete in altri paesi arabi saremo felici di concordare con voi gli invii di materiali.

LEGGI ANCHE: LA BIBLIOTECA DEL CAMPO PROFUGHI DI CALAIS

28 settembre 2015

© Riproduzione Riservata