I dieci nuovi musei che apriranno nel 2015

Pronti, partenza, via! Nessun incipit potrebbe essere migliore visto che vi parliamo della top ten dei musei che apriranno quest’anno: un giro per il mondo, con una tappa centrale a Milano...

Rem Koolhaas, Renzo Piano, Tadao Ando, David Chipperfield, Diller Scofidio + Renfro, Sanaa e Maurice Nio. Ovvero i nomi delle più grandi archistar che hanno in mano i progetti dei dieci nuovi musei più attesi del 2015

 

MILANO – Pronti, partenza, via! Nessun incipit potrebbe essere migliore visto che vi parliamo della top ten dei musei che apriranno quest’anno: un giro per il mondo, con una tappa centrale a Milano. Nel capoluogo lombardo, in vista di Expo2015, saranno infatti ben tre i nuovi spazi museali che vedranno la luce entro la fine dell’anno. Seguono Prato, New York, Los Angeles, Miami, Mosca e Taipei. E non dimentichiamoci del nuovo Guggenheim Museum, che aprirà a Helsinki.

MUSEO DELLE CULTURE, Milano – Si parte il 26 marzo con il Museo delle Culture, firmato da David Chipperfield, con una panoramica sull’arte africana primitiva. Il nuovo museo, negli spazi dell’ex Ansaldo (zona Tortona) coprirà una superficie di circa 12.000 m² e rappresenta, dopo molti ritardi e rinvii, uno degli spazi espositivi più attesi nel circuito milanese.

WHITNEY MUSEUM, New York – Fari puntati il primo maggio su New York e l’apertura del nuovo Whitney Museum, progettato da Renzo Piano e situato in downtown Manhattan, nel Meatpacking District. Circa 220.000 m² unicamente dedicati alla collezione permanente d’arte americana del XX e del XXI secolo del museo, con oltre 21.000 opere da esporre. Il nuovo edificio ospiterà non solamente spazi espositivi ma anche sale studio, un’education center, una libreria, un teatro con vista fiume, un ristorante e un caffè.

FONDAZIONE PRADA, Milano – Si prosegue il 9 maggio con l’inaugurazione del nuovo spazio di Miuccia Prada, un campus per la contaminazione delle arti. Definito da molti come il museo privato più importante della città, dopo che il Comune di Milano ha definitivamente abbandonato il progetto di Daniel Libeskind, il prospetto prevede il recupero, la trasformazione e la realizzazione di nuovi spazi, anche espositivi, all’interno di un complesso in disuso in prossimità di corso Lodi (Largo Isarco), riqualificato dallo Studio OMA di Rem Koolhaas. La prima mostra della Fondazione Prada sarà sul tema della serialità e della copia nell’arte classica.

MUSEO ARMANI, Milano – Rimaniamo ancora un attimo nella città meneghina per parlarvi del nuovo Museo Armani, chiamato Armani Silos e dedicato alla storia dello stilista. Per ora si sa solo che a ridisegnare gli spazi di via Bergognone 46 sarà il giapponese Tadao Ando che con Giorgio Armani ha una collaborazione di lunga data come testimonia il Teatro Armani.

GARAGE MUSEUM, Mosca – A ruota, nel mese di giugno, dovrebbe aprire il Garage Museum a Mosca, di proprietà della coppia russa Zhukova/Abramovich (Dasha, collezionista e Roman, magnate e imprenditore, proprietario del Chelsea Football Club). Un grande parallelepipedo in policarbonato di appena 5400 m² progettato da Rem Koolhaas sostituirà il celebre ristorante Vremena Goda nel centralissimo Gorky Park. La linea curatoriale sarà incentrata soprattutto sulla valorizzazione dei giovani artisti russi.

CENTRO PER L’ARTE CONTEMPORANEA PECCI, Prato – Fissata a settembre è invece l’inaugurazione del nuovo Centro per l’arte contemporanea Luigi Pecci, che grazie all’intervento di Maurice Nio, indonesiano di Rottterdam, vedrà ampliati i propri spazi di oltre 2.000 mq con un anello sospeso, dal caratteristico color verde-oro. La prima mostra della stagione sarà multidisciplinare, toccando arte, cinema, musica, teatro e danza.

NUOVO MUSEO DELL’OPERA DEL DUOMO, Firenze – Il 29 ottobre a Firenze, apre le porte il nuovo museo dell’opera del Duomo, a cura degli architetti Natalini e Guicciardini&Magni, occasione per poter ammirare la Porta del Paradiso del Ghiberti, recentemente restaurata, più 25 sale ricavate dall’ampliamento del vecchio edificio, che ospiteranno la splendida collezione di sculture medievali e rinascimentali fiorentine, con al centro il gruppo michelangiolesco della Pietà.

BROAD MUSEUM, Los Angeles – In autunno, tutti a Los Angeles per presenziare all’apertura del Broad Museum, progettato da Diller Scofidio + Renfro: più di 11.000 mq, ricoperti da uno speciale involucro poroso e mutevole, che ospiteranno la mostra inaugurale sul meglio della collezione privata di Eli e Edythe Broad che comprende tra gli altri Warhol, Lichtenstein, Rauschenberg, Haring, Basquiat e Koons.

THE RIVER, New Canaan – La Grace Farms Foundation è probabilmente un museo unico nel suo genere. Un lungo percorso si snoda, come un fiume, nel verde del Connecticut a pochi passi dalla celebre Glass House disegnata da Philip Johnson alla fine degli anni Cinquanta. Qui il duo giapponese, Kazuyo Sejima e Ryue Nishizawa, sembra estremizzare quell’idea di fluidità e minimalismo già espressa nel Rolex Learning Centre a Losanna. Un museo per apprezzare la natura del luogo, promuovere la cultura locale, la giustizia e la fede attraverso l’arte.

FAENA FORUM, Miami – Di nuovo lo Studio OMA di Rem Koolhaas, ma stavolta a Miami. Fissata per la fine dell’anno 2015, è l’apertura del Faena Forum, il nuovo centro culturale di oltre 45mila mq, che animerà la prossima edizione di Art Basel Design Miami, e che riprende, attualizzandolo, l’impianto circolare e l’oculo del Pantheon. Dopo il Faena Art Buenos Aires, fondato dall’omonimo imprenditore e albergatore argentino, questo museo si farà promotore dell’arte sudamericana negli Stati Uniti.

VERSO IL 2016 – Taipei sarà la Capitale del Design nel 2016 e per presentarsi al top, inaugurerà il Taipei Performing Art Centre, cioè un nuovo centro per le arti performative, composto da 3 teatri indipendenti, due dei quali, grazie a un sistema strutturale altamente tecnologico, in occasione di grande affluenza si uniscono cambiando la configurazione dell’edificio.

10 gennaio 2015

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione Riservata