Tutto pronto per la XV edizione del Festival della Filosofia di Modena

Tre giorni consecutivi consacrati alla Filosofia: da venerdì 18 a domenica 20 settembre 2015, fra Modena, Sassuolo e Carpi avrà luogo la quindicesima edizione del Festival della Filosofia
Tre giorni consecutivi consacrati alla Filosofia: da venerdì 18 a domenica 20 settembre 2015, fra Modena, Sassuolo e Carpi avrà luogo la quindicesima edizione del Festival della Filosofia

MILANO – L’ imperdibile kermesse che da qualche anno è divenuta importante punto di riferimento per gli appassionati di cultura umanistica e contemporanea. Per una riflessione collettivamente condivisa, tra passato, presente e futuro, tematica affrontata è questa volta l’ “eredità”, concetto (qui inteso prevalentemente come lascito per l’avvenire) che sarà esaminato e discusso da accademici, docenti, specialisti di varie discipline: non solo filosofi, ma anche medici, sociologi, scienziati, giuristi, critici, storici dell’arte e giornalisti.

MANIFESTAZIONE CULTURALE DI LIVELLO INTERNAZIONALE –  Alla XV edizione del Festival della Filosofia, parteciperanno noti intellettuali provenienti da tutto il mondo e le cattedre delle numerose lezioni magistrali (tenute pubblicamente in piazza) verranno affidate a veri e propri mostri sacri protagonisti di primo piano della contemporaneità: in particolare ricordiamo che a Modena, sabato 19 settembre, interverranno G. Zagrebelsky (ore 11), M. Cacciari (ore 16.30); C. Sini (ore 18). Alla giornata inaugurale di venerdì 18/09 (ore 18) parteciperà fra gli altri il filosofo R. Bodei; nel cartellone, quest’anno assai ricco di appuntamenti, è proposta la partecipazione di tanti eminenti relatori: T. Gregory, L. Maffei, M. Marzano, S. Natoli, F. Rampini, M. Recalcati, C. Saraceno, ed altri ancora. Fra i più attesi ospiti internazionali, ci sarà anche Zygmunt Bauman (intervistato da Ezio Mauro, venerdì 18/09); mentre domenica 20/09, a tenere lezione saranno il britannico prof. Richard Sennet (ore 16) e l’indiana Vandana Shiva (ore 18). Fra i filosofi stranieri presenti, segnaliamo inoltre i francesi F. Hartog, F. Jullien, M. Augé, i tedeschi A. Assmamm, C. Wulf, e l’americano R. Darnton.

LEZIONI E LIBRI IN PIAZZA DEDICATI AI GRANDI MAESTRI DEL PENSIERO – Il successo della manifestazione filosofica di Modena (ormai consolidato, viste le 200.000 presenze dell’ultimo biennio), offrirà buone chances utili a stimolare un dibattito pubblico incentrato stavolta sulle criticità oggi intercorrenti nei rapporti generazionali che impediscono una sana trasmissione di conoscenze e valori. Nei tre giorni del Festival saranno svolti oltre duecento eventi, dislocati in quaranta diversi siti, fra Modena, Carpi e Sassuolo. In queste due ultime località, verranno proposti anche seminari tenuti da esperti per approfondire il tema dell’”ereditare” attraverso l’analisi e il commento di alcuni concetti fondamentali di autori classici del pensiero occidentale: da Socrate e Platone (lezione di M. Vegetti), Aristotele (E. Berti), Agostino (M. Bettetini), fino a Nietzsche (M. Vozza), H. Bergson (R. Ronchi), e P. Levi (M. Belpoliti). In varie piazze storiche, saranno allestite anche alcune librerie, con bancarelle di pubblicazioni di filosofia e scaffali interamente dedicati agli scritti dei relatori presenti al Festival. A Modena, presso il Chiostro di Palazzo S. Margherita avrà luogo anche una Fiera del libro filosofico (apertura dalle ore 9 alle 23): mostra mercato con tante interessanti novità e rarità.

CENTRO STORICO DI MODENA, PATRIMONIO MONDIALE UNESCO –  In occasione di questa manifestazione, il centro storico di Modena (Patrimonio mondiale Unesco dal 1997) e i territori limitrofi di Carpi e Sassuolo diverranno palcoscenico non stop di tante iniziative culturali collaterali, con eventi dedicati anche ai più giovani e con performance musicali e teatrali che come protagonisti avranno artisti d’eccezione. A Modena, per tutta la durata del Festival, anche dopo cena, saranno eccezionalmente aperti alcuni importanti monumenti cittadini ed avranno luogo varie istallazioni multimediali (“Materiali e saperi delle arti del libro” alla Biblioteca Delfini; ecc.). Saranno inoltre visitabili varie esposizioni d’arte e fotografia: fra le più interessanti, una grande collettiva d’arte contemporanea, ed un’altra mostra sulle più recenti acquisizioni delle collezioni fotografiche della modenese Fondazione Fotografia. A cura di Poste Italiane è previsto anche uno speciale annullo filatelico dedicato al Festival della Filosofia. Agli interessati segnaliamo che lezioni magistrali, incontri e laboratori del Festival della Filosofia 2015 sono tutti ad ingresso libero e gratuito.

Massimo Selmi

18 settembre 2015 

© Riproduzione Riservata