Ferdinando Scianna e Toni Servillo insieme per parlare di fotografia, cinema e teatro

Iniziato ai primi di marzo, il ciclo di appuntamenti intitolati ''Incontri con la fotografia'' giunge a conclusione stasera presso l’Auditorium Parco della Musica di Roma con un ultimo grande ospite...

Nell’ambito dell’ultimo appuntamento di ”Incontri con la fotografia”, ciclo di dibattiti progettati e condotti dallo stesso Scianna all’Auditorium Parco della Musica di Roma, stasera il fotografo incontrerà uno tra i più grandi attori italiani, Toni Servillo, per discutere di fotografia, cinema e teatro

MILANO – Iniziato ai primi di marzo, il ciclo di appuntamenti intitolati ”Incontri con la fotografia” giunge a conclusione stasera (ore 21.00) presso l’Auditorium Parco della Musica di Roma con un ultimo grande ospite: nel salotto di Ferdinando Scianna si siederà infatti il pluripremiato Toni Servillo.

DIALOGO CON TONI SERVILLO – Ferdinando Scianna, ideatore del progetto, afferma in merito al grande attore: «Toni Servillo è oggi, con grandissimo merito, celebrato come uno dei più grandi attori del mondo. Lo è diventato grazie al cinema, ma altrettanto grande, se non di più, e riconosciuto, lo è anche come attore e regista di teatro. Non è per questo, tuttavia, che l’ho voluto come interlocutore in questi incontri con la fotografia all’Auditorium di Roma. Oltre all’amicizia che ci lega e all’ammirazione, ho considerato che dopo la scienza, la letteratura, il giornalismo, Toni Servillo sia la persona perfetta per discutere le poco indagate ma non per questo meno centrali relazioni tra fotografia e teatro soprattutto, ma anche le apparentemente più ovvie relazioni tra fotografia e cinema. La vastità degli interessi culturali di Servillo, la sua curiosa profondità intellettuale promettono interessantissimi stimoli per cercare e definire queste relazioni.»

INCONTRI CON LA FOTOGRAFIA – “Incontri con la fotografia” sono quattro appuntamenti d’eccezione per esplorare i ricchissimi e complessi rapporti che fin dalla sua nascita, la fotografia intrattiene con tutte le altre forme della ricerca e della creazione. Arte, scienza, cinema, letteratura, storia, attualità: la fotografia è entrata ormai in molti aspetti della nostra vita sociale e della comunicazione cambiando di fatto il nostro modo di pensare al passato, di raccontare il presente, di immaginare il futuro. Partendo da questa considerazione, Ferdinando Scianna, fotografo, giornalista, scrittore, intellettuale e teorico della fotografia, ha deciso di incontrare una serie di amici intellettuali per conversare con loro intorno a come, appunto, la fotografia abbia cambiato la sfera di attività e il lavoro di ognuno.

Dopo l’apertura con Edoardo Boncinelli (genetista), Scianna ha dialogato con Goffredo Fofi (critico letterario e saggista), con Francesco Merlo (giornalista) e stasera sarà infine la volta di Servillo. Durante la serata, presso la libreria Notebook (all’interno dell’Auditorium) Scianna autograferà in anteprima il suo libro Visti&Scritti, edito da Contrasto. Auditorium Fotografia è un’iniziativa organizzata da Fondazione Forma per la Fotografia e Contrasto in collaborazione con la Fondazione Musica per Roma, avviata a dicembre 2013 con la mostra “In piena luce. Fotografie di Herb Ritts.”

24 giugno 2014

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione Riservata