#DomenicalMuseo, visitabili gratuitamente tutti i musei e le aree archeologiche

Torna come ogni prima domenica del mese #DomenicalMuseo, l'iniziativa ministeriale che prevede la gratuità di tutti i musei e le aree archeologiche. E' l'applicazione della norma del decreto Franceschini...
MILANO –  Torna come ogni prima domenica del mese #DomenicalMuseo, l’iniziativa ministeriale che prevede la gratuità di tutti i musei e le aree archeologiche. E’ l’applicazione della norma del decreto Franceschini, in vigore dal primo luglio 2014, che stabilisce che ogni prima domenica del mese non si paga il biglietto per visitare monumenti, musei, gallerie, scavi archeologici, parchi e giardini monumentali.
 
VISITE GRATUITE A MILANO – Il primo comune ad aderire all’iniziativa ‘Domenica al museo’ è stato quello di Milano. Per milanesi e turisti, visite gratuite alle collezioni d’arte pubbliche. L’adesione al progetto ministeriale da parte dei Milano durerà fino a domenica 6 dicembre 2015 e permetterà di visitare gratuitamente la Pinacoteca di Brera, i musei del Castello Sforzesco, Museo del Risorgimento, Palazzo Morando, GAM Galleria d’Arte Moderna, Museo Archeologico, Museo di Storia Naturale, Acquario, Museo del Novecento e Museo della Pietà Rondanini.Negli altri giorni e nelle altre domeniche del mese, l’accesso a tutti i musei è libero acquistando la ‘MuseoCard’ che, al costo di 35 euro, permette l’ingresso gratuito per un anno – calcolato a partire dalla data di emissione – e il biglietto ridotto alle mostre promosse e organizzate nelle sedi espositive del Comune di Milano.Chi si ferma in città per pochi giorni potrà invece utilizzare il biglietto turistico che, al costo di 12 euro, consente l’ingresso a tutti i musei civici per tre giorni a partire da quello di emissione.
 
POMPEI – E’ prevista l’apertura dei siti archeologici di Pompei, Ercolano, Oplontis e l’Antiquarium di Boscoreale dalle 9.00 alle 18.00. Per gli Scavi di Pompei, a seguito del massiccio afflusso di visitatori nelle precedenti domeniche a ingresso gratuito, la Soprintendenza in accordo con il Ministero per i Beni, le Attività Culturali e il Turismo, ha inteso adottare provvedimenti per regolamentare il flusso di visitatori e impedire una eccessiva presenza simultanea di turisti, che potrebbe mettere a repentaglio la sicurezza e la salvaguardia del sito, per cui l’accesso al sito avverrà dalle ore 9,00 alle ore 12.30 e dalle 14,30 in poi.Per garantire la massima salvaguardia del sito e al contempo la fruizione ottimale dello stesso, si sta provvedendo a incentivare le misure di sicurezza, con il potenziamento e la ridistribuzione del servizio di vigilanza.
Sul sito del Mibact, nella giornata del 5 luglio, è possibile controllare di quali edifici pubblici sarà assicurata l’apertura.
 
4 luglio 2015
 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione Riservata