14 luoghi comuni da sfatare sugli amanti dei libri

Solo perché si ama leggere, ciò non significa che si ami ogni libro mai scritto, che si passi leggendo ogni minuto della vita o che si debba per forza andare d’accordo con qualcuno solo perché anche a lui/lei piace leggere: ecco 14 pregiudizi da superare sui lettori...

Solo perché si ama leggere, ciò non significa che si ami ogni libro mai scritto, che si passi leggendo ogni minuto della vita o che si debba per forza andare d’accordo con qualcuno solo perché anche a lui/lei piace leggere: ecco 14 pregiudizi da superare sui lettori

 

MILANO – Se siete degli amanti dei libri, è probabile che i vostri amici abbiano un po’ stereotipato la vostra personalità. Perché se amate i libri, dovete restare a leggere tutte le sere, giusto? E probabilmente siete anche timidi e introversi, oppure siete una sorta di Hermione Granger in ogni aspetto della vostra vita. La verità è che, come esistono tanti generi di libri completamente diversi tra loro, così è anche per i più accaniti lettori: ne esistono di ogni forma e colore.

 

Certo, alcuni stereotipi potrebbero essere effettivamente validi: ci sono molte probabilità che voi abbiate letto – o vi apprestiate a farlo – l’ultimo bestseller, è plausibile che nell’eterna lotta tra eReader e carta stampata tifiate ostentatamente per quest’ultima, siete terribilmente preoccupati ogni volta che esce al cinema un adattamento di un libro che amate e vorreste che certe letture potessero non finir giammai. Comunque, a discapito del fatto che alcune generalizzazioni possano essere del tutto corrette, ce ne sono altre – molte altre! – che sono ad anni luce di distanza dalla realtà. Il sito bustle.com ne ha indicate 14. Ve le proponiamo.

 

Non siete asociali

Certo, preferite terminare un libro piuttosto che guardare una serie tv, ma questo non v’impedisce di andare serenamente a una festa o di trascorrere una serata fuori come tutti i vostri coetanei. Anzi, avendo letto molto, ne saprete molto di più sull’interazione sociale rispetto agli altri e sarete in grado di comprendere ogni tipo di personaggio. Ehm, persona. Nel mondo reale esistono le persone.

  

Non sempre leggete il libro prima di guardare il film

Molti di voi sostengono a spada tratta che “il libro è sempre meglio del film”, ma non è poi così scorretto percorrere il procedimento inverso e guardare il film prima di leggere il libro. Dopotutto, alcune persone preferiscono vedere Keira Knightley in “Anna Karenina” senza doversi prima sobbarcare le 800 pagine di Tolstoj.

 

Non vi aspettate che tutti amino la lettura come voi

Se anche siete ossessionati dai libri, non per questo vi aspettate che gli altri li amino quanto voi. Potrete non condividere la loro opinione e sicuramente cercherete di far cambiare loro idea, continuerete a consigliargli delle letture insistendo sul fatto che se non amano leggere è solo perché non hanno ancora trovato il libro giusto. Ma siete benissimo in grado di capire che si può essere amici anche di chi non ama leggere.

Avete altri hobby oltre la lettura

Per le altre persone sarà durissimo da credere, dato che siete costantemente immersi nella lettura, non parlate che dell’ultimo libro divorato e sembra umanamente impossibile riuscire a  dedicarsi a tutti quei libri e a trovare anche il tempo per fare altro. Eppure voi potete avere benissimo altri hobby e interessi oltre alla lettura: sapete gestire il vostro tempo e le vostre attività.

Voi non provate a cambiare le persone che non amano leggere, cercate di far provare loro le emozioni che una lettura vi ha trasmesso

Magari avete un amico col quale condividete decine di interessi, eppure vi ostinate a suggerirgli delle letture… non lo fate per cambiare la sua personalità! Il fatto che vi piaccia una persona è la ragione per cui insistete a volergli far leggere un determinato libro: questo è perché un romanzo può avere un impatto fortissimo sulla vita di una persona, e vorreste condividere questa esperienza.

 

Guardate le serie TV, proprio come fanno gli altri

Ricordate quando vi abbiamo detto che avete altri hobbies oltre all’amore per i libri? Bene, per molti di voi uno di questi include guardare le serie TV, e lo fate esattamente come lo fanno tutti gli altri… Forse addirittura di più! Dopotutto, se la vostra serie di romanzi preferita diventa una serie TV, di certo non ve ne perderete un episodio! Così potete trascorrere alcune notti in bianco a leggere un libro, altre notti in bianco a cercarvi gli episodi in streaming.

 

Ci sono momenti in cui si preferisce fare altro oltre alla lettura

Sebbene in molti quiz per booklovers risulta che i veri amanti dei libri preferiscono passare il venerdì immersi in qualche lettura, la realtà è che spesso si ha voglia di fare anche qualcosa che non sia leggere un libro: andare a una festa, correre per 10 chilometri per tenersi in allenamento, sperimentare una nuova ricetta. Anche se leggere rimane ovviamente tra le attività più amate, spesso sentite il bisogno di fare anche qualcos’altro: dopotutto è necessario fare un sacco di esperienze di vita reale, per riuscire a comprendere meglio i personaggi. 

 

Non siete sempre stati avidi lettori

Non tutti i libromani di oggi sono stati innamorati dei libri fin dalla più tenera età: magari i romanzi per ragazzi che vi hanno regalato quando eravate piccoli hanno preso polvere sulle mensole per anni, e senza dubbio preferivate giocare all’aria aperta assieme ai vostri amici. Non c’è niente di sbagliato in questo, è normale. La cosa più bella è che alla fine ci siete arrivati, avete scoperto il vostro amore per i libri.

 

A scuola odiavate le letture obbligate quanto gli altri

Non c’è niente di peggio di dover leggere dei libri perché obbligati a farlo: ai tempi di scuola arrivava l’estate e finalmente avevate tre mesi per leggere qualsiasi cosa volevate, e invece vi toccava dedicarvi a qualche vetusto classico che fosse per voi non avreste mai nemmeno preso in mano. Possibilissimo che alla fine magari vi piacesse anche – non è che i libri vengono considerati classici per caso -, però il rimpianto per non avere avuto il controllo sulle vostre letture è sempre stato un rospo difficile da ingoiare.

 

Solo perché due persone amano leggere non necessariamente sono migliori amici o anime gemelle

Vi sarà successo milioni di volte che qualche vostro amico pensasse: “Oh, guarda, una persona che ama leggere… dev’essere la tua anima gemella!” E poi magari scoprite che lui/lei legge solo poemi omerici, mentre voi solo fantascienza ultra-eccentrica, e alla fine succede che non avete niente da dirvi. Ancora peggio! Magari lui/lei considera vostro libro preferito una stupidaggine e viceversa! Non solo non sareste anime gemelle, ma potreste diventare acerrimi nemici!

 

Non amate ogni singolo libro mai stato scritto

Esistono dei romanzi che vi fanno rabbrividire, altri che magari vi hanno anche interessato ma non siete mai riusciti a portare a termine. Magari li riprenderete più avanti nel tempo per dar loro un’altra chance. Ma un amante dei libri ama i suoi libri: questi avranno sempre un posto speciale nel suo cuore e nella sua libreria.

 

Non avete letto TUTTO

Quando si ammette la propria passione per i libri, si viene subito subissati di domande: “Ah, hai letto quel libro? Hai letto quell’altro? E questo?” La verità è che voi non siete delle enciclopedie viventi ed è impossibile leggere l’intero scibile umano: come diceva Frank Zappa, abbiamo così poco tempo e così tanti libri che vorremmo leggere…

 

Sapete benissimo che i personaggi dei libri non sono reali

Ma questo non significa che le emozioni di dolore, angoscia e felicità che provate quando perdono o vincono, affrontano difficoltà e superano prove, non siano genuine e reali.

 

E, per finire, sapete benissimo che non siete i personaggi di un libro

Non è vero, stiamo scherzando. Vi sentite sempre e totalmente dentro a un libro!

 

10 giugno 2015

 

RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione Riservata