Spopolano su Internet le app dedicate alla lettura per bambini

Come diceva Pennac, perché i giovani imparino a leggere, sviluppino fantasia e amino i libri, bisogna abituarli ad amare le storie, quindi cominciare a leggergliele sin da piccolissimi. In questo scenario, leggere fiabe della buonanotte...

Da una recente indagine di Doxa Kids emerge che cresce il numero delle app della buonanotte è in costante crescita anche se leggere un libro di carta ai propri bimbi prima di andare a dormire, è ancora un appuntamento irrinunciabile per 8 mamme su 10

MILANO – Come diceva Pennac, perché i giovani imparino a leggere, sviluppino fantasia e amino i libri, bisogna abituarli ad amare le storie, quindi cominciare a leggergliele sin da piccolissimi. In questo scenario, leggere fiabe della buonanotte ai propri bambini li aiuterebbe nella crescita e se sono i nostri figli a chiedercelo, ancora meglio! E voi, cosa preferite? E-book o libri di carta?

I DATI – I dati Nielsen dell’indagine Doxa Kids dimostrano poi che il peso dei libri per bambini e ragazzi nel complesso dell’editoria generale raggiunge ormai il 20,5% del totale delle copie vendute e si avvicina sempre di più al segmento della fiction straniera (che è il genere più venduto col 26,1%). Se si guarda solo ai piccoli e medi editori invece, i libri per bambini sono il 18,3% e lo strumento privilegiato per leggere o raccontare storie, per 8 mamme su 10 (il 79% secondo la ricerca) e per 6 papà su 10 (il 59%), è il libro di carta. Ancora a netta distanza (solo il 7% del campione lo ha indicato) si usano dvd e App su tablet o smartphone (5%), ma il dato è destinato a crescere, anche perché il 30% della famiglie italiane con bambini tra i 5 e i 13 anni possiede almeno un tablet e l’82% di loro lo fa usare con regolarità al figlio.

9 dicembre 2014

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione Riservata