Lettera di Elena Licastro De Vivo alla mamma – #CaraMamma

Cara mamma,

ho immaginato milioni di volte di ritrovati negli occhi della cassiera, nelle carezze della maestra, nel sorriso di una sconosciuta.

Ho avuto sempre un’immaginazione straordinaria e questo mi ha aiutata a riempire i vuoti che tu hai scavato.

Tuttavia cerco di scomporti nei cinque nei che ho sulle labbra , nel sopracciglio spezzato e nel fianco lungo.

Ti ho amata cosi tanto da ingannarmi, ti ho perfino perdonata credendo che il tuo abbandono fosse tra i più nobili degli amori.

Ma ora i miei nei sono scomparsi, il mio sopracciglio è diventato folto e il fianco si è accorciato.

Il tempo, si è nutrito saziandosi dei miei sogni: l’unica cosa che mi è rimasta è la tua assenza.

Elena Licastro De Vivo

© Riproduzione Riservata
Commenti