Lettera di Barbara Odarda alla mamma – #CaraMamma

Lettera di Barbara Odarda alla mamma - #CaraMamma

#CaraMamma

Un giorno, mentre mi guarderò allo specchio, o correrò ridendo in un prato, o sarò in silenzio nel mio letto, all’improvviso, mi verrà in mente un pensiero e si risveglierà un ricordo: un gesto, una paura, un pianto.

Penserò a settembre, ai passi veloci in giardino, ai lombrichi nella terra, al sangue nelle vene, al sapone sulla mia piccola mano.

Tu, mamma, sarai ancora lì, davanti a me, in ginocchio, stretta in un abbraccio, a cercare di spiegare un gesto, a sconfiggere la paura e ad asciugare lacrime, le mie e le tue.

Ciò che mi ha ferito sarà invisibile, cancellato, morto.
E’ un incantesimo.

Crederò sempre nell’unicorno magico.

E mi piaceranno ancora, come da bambina, i cuori disegnati ovunque.
Mi fiderò sempre di te.

Poi, all’improvviso, mi racconterai una storia, come quelle che ascoltavo ogni sera prima di addormentarmi.
Sull’amore.

 

Barbara Odarda

© Riproduzione Riservata
Commenti