Lettera d’amore di Roberta Orati

Turchese – Racconto di Carlotta Laterza

Caro Amore ti scrivo…così dovrebbe cominciare questa lettera a te,mio Amore,ma io voglio cominciare così.

Era il Natale del lontano 1981, e accettai l’invito di un’amica: incontrare dei nuovi amici. A Natale si ricevono regali,ed io ricevetti il mio…tu Adolfo. Avevo 15 anni e mi affacciavo alla finestra dell’amore, con l’inesperienza e la timidezza,di un’adolescente romantica e sognatrice ;ma è bastato uno sguardo e la tua presenza forte,a farmi trascinare nel tuo vortice di passione.

Oggi posso dire che conosco tutto di te…anche solo da un tuo sguardo capisco i tuoi stati d’animo,e tu sai in questi anni quanto ho visto nei tuoi occhi. Oggi sono qui, per te, per dirti quello che sicuramente sai, ma sento il bisogno di scriverlo, perché il foglio e la penna sono i miei più cari confidenti,i testimonial delle mie emozioni ,perché solo con loro riesco ad essere Roberta.

Allora…fiume di parole esci dal mio io e innonda d’amore,questo foglio bianco.

Ti ho amato e ti amo Adolfo, come si amano i giorni della vita,cogliendo il meglio da qualsiasi evento,positivo o negativo che sia…e noi sappiamo cosa significa. Ho scelto di amarti,perché anche quando il cielo è nuvoloso e fa freddo,mi posso riscaldare tra le tue braccia.Vivere con te e di te è fonte di vita per me. Cammineremo insieme mano nella mano,su questa strada che non ci risparmia salite, ma consci che insieme incontreremo anche tante pianure…verdi…incontaminate…pure come il nostro Amore.

Il mio cuore è il tuo…un solo battito…per sempre.

© Riproduzione Riservata
Commenti