Lettera d’amore di Mario Esposito

Il trascorrere del tempo – Racconto di Paola Bassi

Amor mio,
è proprio questo sentimento struggente che deve essermi compagno di viaggio? Oh quanto è lacerante la lontananza da te, direi purificatrice, perché scrosta il mio cuore da un apatico e sequenziale sentimento e lo eleva ad un amore puro e sempre nella ricerca di te. Il cuore, questo maldestro centro di affetti, incapace ad amare come vorrei, inesperto dei sentimenti, bisognoso di essere alfabetizzato da te! Sì, cuore della mia vita, solo tu puoi insegnare il vero amore a questo cuore! Solo tu puoi liberare la mia anima dalla schiavitù dell’aridità d’amare, solo tu puoi costringere i miei sentimenti ad uscire allo scoperto, a palesarsi, a svegliarsi dal letargo in cui giacciono, in attesa di un fuoco che li riscaldi, che li illumini, che ritorni a dar loro vita.

Tanto più ti penso, tanto più si lacera in me il desiderio di vederti, di stringerti a me, di sentire ancora il tuo profumo. Sei lontana, eppure la tua presenza inebria le mie giornate, le mie labbra gustano ancora il sapore della tua bocca, i miei occhi si perdono ancora nei tuoi, la mia mano ha nostalgia di accarezzare i tuoi capelli. Manchi al mio cuore più di quanto potessi mancare io stesso a me! Scorro la cadenza dei giorni: l’alba dorata che fa sorgere ancora il desiderio di te, il tramonto rossastro che accende la passione per te, solo per te, astro che sei al centro del mio mondo e intorno al quale io ruoto per poter carpire la tua bellezza e il tuo amore. Quante notti passate a contemplarti? Quante notti sofferte nel ricordo di te? Soffro così tanto della tua mancanza che getterei via il cuore da me, perché ammalato della tua nostalgia. Eh sì! Il cuore! Questo centro pulsante di ogni mio sentimento, ferito dalla freccia del tuo amore, grondate sangue, come lacrime che escono dal mio volto e solcano il tuo ricordo ogni giorno.

Questo sentimento mi fa crogiolare nel mio dolore, ma non posso continuare a pensarti lontana da me! Non posso credere che la mancanza fisica sia ostacolo al nostro amore! Tu sei sempre con me! La tua presenza motiva l’apatia dei giorni, conduce l’anima di un esodo nel deserto dei miei sentimenti, dove tu sei l’oasi ristoratrice, tu la brezza leggera che rinfresca il mio viso, tu quella fonte pura che disseta l’anima, tu quel frutto dolcissimo che ridona forza al mio cammino nella vita.

Sono deciso a partire! Il mio cuore già è in viaggio, alla ricerca di te, somma bellezza, dono sublime, vita e passione mia! Ora sono io, proprio io, che ho bisogno di vederti, di abbracciarti, di assaporare ancora i tuoi baci, di ascoltare la melodia dolce delle tue parole. Non voglio dirti quando tornerò per rivederti. Sarà una sorpresa: voglio che tu non ti strugga nell’attesa e non provi gli stessi laceranti sentimenti che ora io sto provando.
Tornerò perché l’amore non ha confini, ma io voglio delimitarli tra i nostri due corpi; l’amore non ha tempo, ma io voglio ritagliarlo per stare solo con te; l’amore non ha senso, ma io voglio ritrovarne il senso in te, che sei il centro di ogni mio bene!

Quando finalmente questa lontananza si colmerà e noi due saremo una sola persona, io avrò compiuto ciò che di più bello potessi fare nella mia vita e pregherò quel Dio dell’amore, perché fermi il tempo ed io e te restiamo uniti per sempre, in un abbraccio eterno, noi una sola anima, che sa sussurrarsi parole d’amore che diventano cibo e sostentamento dei giorni; noi un solo cuore, che disseta la sete di mancanza per saziarci di presenza.

Ti amo, semplicemente questo posso dirti! “Ti amo” è la carta d’identità del nostro amore, perché nella semplicità dei rapporti, viviamo intensamente questo sentimento complesso, indecifrabile, ma solo vivibile!

Tra poco le notti della lontananza finiranno e sorgerà l’alba nuova della nostra storia insieme, in cui ogni singolo momento diventa gratitudine: al mattino, quando svegliandomi ti troverò al mio fianco, a sera quando il sonno non mi distoglierà da darti l’ultimo bacio del giorno sussurrandoti “ti amo per sempre!”.

A presto cuore mio!

© Riproduzione Riservata
Commenti