Lettera d’amore di Lucia Nanni

Il paese incredulo - Racconto di Donatella Petracca

Caro amore,

ancora non ti vedo e immagino solo le tue braccia che mi stringono e mi tengono sicura al caldo del tuo amore. un abbraccio lungo una vita, quella che abbiamo perso e quella che trascorreremo insieme uniti o divisi dal tempo.

Mi guardi e sorridi come se ogni volta fossi per te un dono, una scoperta, una meravigliosa felicità che ti è venuta incontro e che non ti aspettavi. mi prendi e mi porti in luoghi dove non sono mai stata a provare emozioni che non ho mai conosciuto e scopro con te quanto è bello essere amati.

Nei tuoi occhi vedo me e nei miei solo i tuoi. sento il tuo profumo e non è uguale a nessuno, mi chiama e mi spinge sempre verso il tuo petto. è come tornare a casa, mi sento dove avrei dovuto essere da sempre, e sono io, quella che avrei voluto essere da sempre. sono qui , con labbra calde e occhi sereni e apro le mie braccia aspettando il tuo ritorno.

© Riproduzione Riservata
Commenti