Lettera d’amore di Daniele Sartore alla moglie

Eri una ragazzina con quei riccioli biondi e quegli occhi in cui mi perdevo ogni volta che incrociavo il tuo sguardo, quando m’innamorai di te.

Non so ancora se per destino o per fortuna sei diventata la mia donna, amica e compagna di tante “storie” belle ed anche difficili da affrontare.

Tu sempre al mio fianco coraggiosa ed orgogliosa come una guerriera sempre pronta a lottare nei momenti duri e a gioire come una regina nel suo “regno” per ciò che di meraviglioso ci veniva concesso.

Già, una regina, perché io accanto a te mi sono sempre sentito un re, il più ricco dei re.

Ed ora che sono trascorsi trent’anni del nostro tempo assieme, ancora adesso quando incrocio il tuo sguardo e guardo in “quegli”occhi, di nuovo mi perdo e m’innamoro…

come la prima volta…

Tuo Daniele

© Riproduzione Riservata
Commenti