Lettera d’amore alla propria nipotina di Luciano Gargini

Amore mio, sei dolce, tenera, affettuosa.

Sei la più bella del mondo, la più simpatica, la più allegra.

Ti penso sempre, al mattino quando mi sveglio e anche quando vado a dormire, ti penso mentre guido in auto, mentre leggo un libro, ti penso e perdo la concentrazione, ti penso ad ogni ora del giorno.

Aspetto sempre con molta ansia il momento di incontrarti, quando tu mi salti al collo e ci abbracciamo e baciamo molto teneramente, mentre ti sussurro all’orecchio che sei un tesoro.

Mentre mangi, o leggi, o sei concentrata, non levo gli occhi dal tuo viso, dal tuo nasino perfetto, dalle tue sopracciglia pastello, dai tuoi capelli biondissimi, dall’ovale armonioso della tua faccia e dal tuo sorriso splendente.

Non avrei mai creduto di poterti incontrare, e da allora per me il mondo è cambiato.

Da sette anni sei l’amore della mia vita. Ho tutte le tue letterine che rileggo continuamente con le lacrime agli occhi.

Ti amo tanto.

Il tuo nonnino.

© Riproduzione Riservata
Commenti