Beni culturali

10 capolavori dell’arte da non perdere a Roma

10 capolavori dell'arte da vedere a Roma

In una città come Roma si respira arte e cultura in ogni angolo. Ma ci sono alcuni capolavori dell’arte assolutamente imperdibili, ecco quali…

MILANO – Roma è la città eterna, sede di innumerevoli monumenti e di storia. Non basterebbe un mese per aprezzare e vedere tutta la cultura e l’arte che la Capitale può offrire. Per questo, ispirandoci a Culture Trip, abbiamo individuato 10 capolavori assolutamente imperdibili.

 

Gli affreschi di Raffaello a Villa Farnesina

La Villa Farnesina a Roma venne edificata nel Cinquecento per volere di Agostino Chigi che commissionò ad alcuni artisti tra cui Raffaello gli affreschi che ancora oggi animano la Villa. Tra questi si ricordano quello raffigurante Amore e Psiche e Galatea che si trovano sul soffitt della Loggia.

 

Apollo e Dafne di Bernini

Una statua che fa ricredere sulle possibilità creative dell’essere umano e che si trova presso Galleria Borghese. La scena ritrae Dafne che tenta di fuggire da Apollo nel momento in cui la ninfa si trasforma in un albero di alloro. le mani di Dafne dimostrano la genialità del Bernini, nonostante all’epoca avesse solo 24 anni.

 

Il sarcofago degli Sposi

Si tratta di un sarcofago di terracotta etrusco risalente al 6° secolo a.C raffigurante due sposi durante il banchetto di nozze. L’opera è custodita a Villa Giulia. Le due figure hanno le medesime dimensioni e ciò farebbe supporre che la civiltà etrusca credesse nell’uguaglianza dei sessi. Inoltre la cultura di questa civiltà era molto attenta alla vita nell’aldilà e pertanto veniva posta molta attenzione sull’aspetto e sugli ornamenti del sarcofago.

 

I dipinti di Caravaggio nella Cappella Contarelli

Caravaggio è indubbiamente uno dei più celebri artisti del Barocco in Italia. Fu un innovatore oltre che esperto nel disegnare scene drammatiche nel quale impiegava la tecnica del chiaroscuro. I suoi capolavori sono sparsi in tutta Roma ma nella Cappella Contarelli nella Chiesa di San Luigi dei Francesi si trovano tre sue opere. Dipinte tra il 1599-1600 esse raffigurano l’apostolo Matteo:  “L’ispirazione di San Matteo”, sul lato destro il “Martirio di San Matteo” e su quello sinistro la” Vocazione di san Matteo”.

 

La finta prospettiva del Borromini a Palazzo Spada

L’illusione ottica di Borromini è un vero piacere per i sensi e funziona poichè i due piani convergono verso un unico punto di fuga. Infatti il soffitto scende dall’alto verso il basso, il pavimento invece sale. Anticamente, sulla parete di fondo era disegnato un finto motivo vegetale mentre attualmente si trova il calco di una statuetta di guerriero di epoca romana.

 

Il Mosè di Michelangelo

La statua è all’interno della Basilica di San Pietro in Vincoli, vicino al quartiere Monti. Mosé è la figura centrale della tomba commissionata da Papa Giulio II nel 16° secolo e è rappresentato con due corna sul capo, a causa di un errore di traduzione dal Libro dell’Esodo della Bibbia.

I mosaici alla Basilica di Santa Maria a Trastevere

La Basilica non è famosa solo per essere una delle più antiche in tutta Roma ma anche per i mosaici di Pietro Cavallini che rappresentano la vita della Vergine Maria.

 

La galleria degli specchi al Palazzo Doria Pamphilj

All’interno della Galleria si trovano affreschi del 18° secolo, specchi giganteschi e statue di marmo. La galleria conserva la collezione d’arte privata della famiglia Doria Pamphilj che include opere di Raffaello, Tiziano, Caravaggio, Velàzquez per citarne alcuni.

 

“Pugile in riposo o Pugile del Quirinale”

Una scultura di bronzo che risale al 300-350 a.C raffigurante un pugile a riposo e che è custodita a Palazzo Massimo. Il viso e la muscolatura che denotano la fatica rendono la statua un capolavoro di realismo e di vittoria atletica.

 

“L’estasi di Santa Teresa” di Bernini

Con sede alla Chiesa di Santa Maria della Vittoria, la statua rappresenta Teresa di Avila, una suora in un momento di estasi mistica. L’angelosopraggiunge tenendo con delicatezza un dardo dorato rivolto verso il cuore della santa. L’opera rappresenta il Barocco per eccellenza ed è carica di potenza espressiva e di emozione.

10 capolavori dell’arte da non perdere a Roma ultima modifica: 2018-08-14T10:09:00+00:00 da Salvatore Galeone

© Riproduzione Riservata
Tags