Arte

Pollock, a Roma arriva la mostra sull’action painting

Pollock, a Roma arriva la mostra sull’action painting

Tra anticonformismo dirompente e sperimentazione, Jackson Pollock e “gli Irascibili” della Scuola di New York arrivano al Vittoriano di Roma…

MILANO – dal 10 ottobre 2018 al 24 febbraio 2019 l’Ala Brasini del Vittoriano di Roma ospiterà la mostra “Pollock e la Scuola di New York”, un’esposizione di più di 50 opere provenienti dal Whitney Museum di New York.

La mostra

Attraverso 50 capolavori di Jackson Pollock, Willem de Kooning, Mark Rothko, Franz Kline e tanti altri, la mostra delinea un percorso suddiviso in sei stanze, che mostra l’evoluzione del movimento dell’espressionismo astratto, noto per la rivoluzionaria tecnica dell’action painting. Si racconta  il  frutto  di  una  “rivoluzione”,  nata  nel  maggio  del  1950  attraverso  lo  scandalo  del  Metropolitan  Museum  di  New  York,  quando  dallo  stesso  museo  viene  organizzata  un’importante  mostra  di  arte  contemporanea  escludendo  la cerchia  degli  action  painter e  scatenando  la  rivolta  degli  esponenti  del  movimento.  Proprio  in  questo  clima  di insurrezione  e  stravolgimento  sociale, l’espressionismo astratto diventa  un  segno  indelebile  della  cultura  pop moderna, attraverso  il  particolare  connubio  tra  espressività  della  forma  e  astrattismo  stilistico,  che  influenzarono  sensibilmente tutti  gli  anni  50’.  Action  painting è  innovazione,  trasformazione,  rottura  dagli  schemi  e  dal  passato:  dalla celebre opera Numero 27 di Pollock, eseguita con la tecnica del dripping, alle intense ed enigmatiche campiture di Rothko. Una  mostra  per  riscoprire  non  solo  la la bellezza delle opere d’arte  ma  anche  per  rivivere  le emozioni  e i sentimenti  di  quegli  artisti  che  hanno  reso  unica  un’era  della  storia  dell’arte.

Pollock, a Roma arriva la mostra sull’action painting ultima modifica: 2018-10-14T09:07:30+00:00 da Salvatore Galeone

© Riproduzione Riservata
Tags
Commenti