La citazione del giorno

“Chi tace e chi piega la testa muore ogni volta che lo fa” di Falcone

Per rendere omaggio a Giovanni Falcone, nato il 18 maggio del 1939, vi proponiamo una delle frasi che meglio rappresenta la sua lotta alla mafia
citazione-giovanni-falcone

Per rendere omaggio a Giovanni Falcone, nato il 18 maggio del 1939, vi proponiamo una delle frasi che meglio rappresenta la sua strenua lotta contro la mafia. 

Chi tace e chi piega la testa muore ogni volta che lo fa, chi parla e chi cammina a testa alta muore una volta sola.

Giovanni Falcone

Giovanni Falcone nasce il 18 maggio 1939 a Palermo in via Castrofilippo nel quartiere della Kalsa, lo stesso di Paolo Borsellino e di molti ragazzi futuri mafiosi come Tommaso Buscetta. Falcone vince il concorso in Magistratura nel 1964, Il suo primo caso risolto è quello di una persona morta per un incidente sul lavoro. A partire dal 1966 ricopre, per dodici anni, la posizione sostituto procuratore e giudice presso il tribunale di Trapani. A poco a poco, nasce in lui la passione per il diritto penale e inizia così la sua lotta alla mafia. 

L’attentato

Era il 23 maggio 1992. Era un caldo sabato pomeriggio quando a Capaci, vicino a Palermo, le automobili del giudice Giovanni Falcone e della sua scorta furono fatte saltare in aria da cinque quintali di tritolo in un tratto dell’Autostrada A29. Nell’attentato, rivendicato da Cosa Nostra, morirono Falcone, la moglie Francesca Morvillo e i tre agenti della scorta. Il giudice Falcone ha fatto della lotta contro la criminalità organizzata una vera e propria missione, nonostante i pericoli verso i quali era ben consapevole di andare in contro. 

© Riproduzione Riservata
Commenti